Interviste

Solidarietà tema dominante e Sicilia da sfondo: i commenti delle ‘star’ al “Massimino”

Giorgia Palmas, madrina di "Un goal per la solidarietà"
Giorgia Palmas, madrina di "Un goal per la solidarietà"
4 mag 2017 - 19:09

CATANIA - Un sole estivo ha illuminato lo stadio “Angelo Massimino” di Catania in occasione della manifestazione benefica “Un goal per la solidarietà” organizzata da Luca Napoli e giunta già alla dodicesima edizione.

Tanto divertimento e anche agonismo in campo per il quadrangolare andato in scena e vinto dalla Dream Team, ma tutte le squadre si sono date battaglia al fine di portare la coppa “a casa”.

Intervenuti in tanti per sostenere le famiglie meno fortunate, da star locali a vip nazionali ed internazionali: sono stati diversi i protagonisti attuali ed illustri del Catania Calcio a dare un contributo importante, dalla speaker ufficiale Stefania Sberna agli ex calciatori Armando Pantanelli e Giuseppe Mascara, attualmente allenatore dell’under 15 rossazzurra. Soddisfatta la speaker etnea, che vede ormai il “Massimino” come casa sua: Ogni anno è un’emozione diversa. Devo dire che Luca (Napoli, ndr) ci mette sempre tanto cuore per la realizzazione di un evento che ormai fa parte della città di Catania”. 

“Quando si entra in campo per una giusta causa – commenta Mascara - è bene essere sempre presenti. La grande presenza del pubblico fa capire che si è consapevoli dell’importanza dell’evento”.

L’organizzatore Luca Napoli è stato orgoglioso di avere in campo due stelle del calcio italiano come Simone Barone, campione del Mondo con la Nazionale nel 2006, e Nicola Amoruso, ex calciatore di Juventus, Messina e Reggina tra le altre squadre. “Mi ha fatto piacere ritornare qui – dice Barone -, in una terra dove ho giocato con la maglia del Palermo. Avere la possibilità di aiutare persone meno fortunate di noi è la cosa più bella in assoluto”. Per Amoruso è un’emozione tornare in questa città, “sempre attenta a temi importanti come quello della solidarietà. In questo tipo di partite ci si mette soprattutto il cuore”.

Intervenuto ai nostri microfoni anche Renato Marletta, ex presidente provinciale Aiac (Associazione Italiana Allenatori Calcio), che sentenzia: “Come sempre Catania non si smentisce, è la città più bella del mondo”.

Non poteva mancare però il commento della madrina dell’evento, Giorgia Palmas che dopo la manifestazione è volata in Sardegna, ad Alghero, in vista del Giro d’Italia che quest’anno abbraccerà anche la Sicilia:Un’emozione grande, un piacere grande. È un grande evento fatto da Catania, dalla gente e per la gente di Catania. Spero che questa manifestazione arrivi alla sua centesima edizione“. La nostra terra sarà oggetto delle vacanze estive di Giorgia Palmas?: “Ma magari. Vengo spesso per lavoro e non ho mai la possibilità di visitare come vorrei e per quanto vorrei le vostre città, assaggiare i vostri piatti tipici. Potrebbe entrare di diritto nella mia lista di vacanze”. L’intervista alla nota showgirl è accompagnata da un simpatico commento di Edoardo Stoppa, inviato di “Striscia la Notizia”.

Andrea Lo Giudice – Gabriele Paratore

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA