Lega Pro

La Casertana sbanca il “De Simone”: Siracusa, addio playoff

1494792736794
14 mag 2017 - 22:28

SIRACUSA - Vietato sbagliare, soprattutto in casa: il Siracusa ha un’occasione d’oro per questi playoff di Lega Pro, affrontando la Casertana in casa e avendo quindi due risultati utili su tre. Tra l’altro, gli aretusei partivano consapevoli di essere l’unica squadra siciliana ancora in corsa (vista l’eliminazione del Catania).

I favori del pronostico, alla fine, vengono ribaltati e la Casertana fa il colpo grosso sbancando il “De Simone” con il risultato di 0-2. Eliminato al primo turno il Siracusa.

Il tecnico biancazzurro Sottil, assente in panchina per squalifica, decide di schierare un 4-2-3-1 con Santurro tra i pali; Pirrello, Turati, Malerba e Brumat in difesa; Giordano e Spinelli i mediani. Poi trequarti composta da Valente, Catania e De Silvestro dietro l’unica punta Scardina. Mister Esposito risponde mettendo in campo un 4-3-1-2: Ginestra in porta; Ramos e D’Alterio i terzini a sostegno della coppia centrale Rainone-Magnino; torna Rajcic in mezzo al campo con Giorno e De Marco; Ciotola trequartista. Tandem d’attacco Corado-Orlando.

La gara per il Siracusa si mette subito in salita: alla prima occasione buona, la Casertana trova la rete del vantaggio. Al 9′ c’è un acceso batti e ribatti in area di rigore, Santurro respinge nella direzione del rossoblu Giorno, che non ha problemi a scaricare in rete. Vantaggio ospite, 0-1.

Doccia freddissima per il Siracusa, che cerca di reagire spinto anche dal numeroso pubblico accorso al “De Simone” per questa serata playoff. L’unico tentativo è quello di Spinelli: debole colpo di testa che si perde tra le braccia di Ginestra. Al 26′ c’è una grandissima opportunità per i padroni di casa ancora con Spinelli: sfruttando il servizio di Scardina, il centrocampista argentino scaraventa un sinistro da paura che lascia Immobile Ginestra. La palla sbatte contro il palo, graziando la Casertana.

Forse per la tensione di gara, forse per lo svantaggio, forse per qualche errore di troppo: fatto sta che la partita si incattivisce parecchio. L’arbitro è costretto troppo spesso a fischiare ed esce nel giro di un quarto d’ora ben cinque cartellini gialli, due per il Siracusa e tre per la Casertana. Si chiude con qualche fallo di troppo la prima frazione di gioco, che vede gli ospiti avanti a sorpresa per 0-1. Inizialmente più vivi i campani, poi però il Siracusa è più propositivo e lascia ben sperare almeno per un goal che varrebbe il pareggio e quindi il passaggio del turno.

La ripresa prende il via su ritmi bassi voluti dalla Casertana, che sta sulle difensive. La prima palla goal però è proprio degli uomini di Esposito con Ciotola, che dopo un’azione manovrata si trova a due passi dalla porta colpendo di testa e mancando l’appuntamento con il raddoppio per un niente. Sempre con la testa risponde Scardina per il Siracusa: anche lui sfiora la rete e accarezza il palo.

Emanuele Catania, poi, sciupa clamorosamente l’assist geniale di De Silvestro a venti dalla fine: l’aretuseo ruba palla e serve perfettamente il suo compagno numero 10, che scivola al momento del tiro e manda la palla sul fondo, sprecando incredibilmente la palla dell’1-1. Il Siracusa è più vivo che mai e Turati sugli sviluppi di un calcio di punizione costringe al miracolo Ginestra due minuti più tardi.

Pressando continuamente, la palla non entra e poi, quando meno te lo aspetti, arriva il goal che taglia le gambe al Siracusa: clamoroso pasticcio difensivo, Corado ruba il pallone e scavalca Santurro con un pallonetto imprendibile. 0-2, a 8′ dalla fine.

Il Siracusa, a quel punto, non ci crede più ma nonostante ciò i tifosi continuano a cantare, a sostenere la squadra vista la straordinaria stagione portata a compimento. Il sogno di una promozione in B si infrange al triplice fischio, con la Casertana che festeggia l’impresa. Ancora una volta, una squadra fuori casa si impone e passa il turno playoff. Adesso per gli uomini di Esposito ci sarà l’Alessandria, la stagione del Siracusa invece termina stasera.

IL TABELLINO

SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Pirrello, Turati, Malerba, Brumat; Giordano, Spinelli; Valente, Catania, De Silvestro; Scardina. All. Cristaldi (Sottil squalificato)

CASERTANA (4-3-1-2): Ginestra; Ramos, Rainone, Magnino, D’Alterio; Giorno, Rajcic, De Marco; Ciotola; Corado, Orlando. All. Esposito

Marcatori: 9′ Giorno (C), 82′ Corado (C)

Ammonizioni: 29′ De Silvestro (S), 33′ Magnino (C), 39′ Rajcic (C), 42′ Giordano (S), 43′ Rainone (C), 73′ Spinelli (S)

Sostituzioni Siracusa: 46′ Malerba / Dentice, 69′ Longoni / De Silvestro, 78′ Azzi / Diakité

Sostituzioni Casertana: 67′ Lorenzini / Ciotola, 80′ Colli / Ciotola, 94′ De Filippo / Corado 

Recupero: 1′ 1T, 3′ 2T

Arbitro: Federico Dionisi

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA