Atletica

L’8 e il 9 ottobre a Catania i campionati italiani di Pentathlon Lanci Master

lanci
26 set 2016 - 15:32

CATANIA - Alla loro 19a edizione i Campionati Italiani Estivi di Pentathlon dei Lanci Master sbarcano a Catania e il merito di questo sbarco va alla Scuola di Atletica Leggera di Giuseppe Sciuto, collaborato da Giacinto Bitetti, sotto il patrocinio del Comune di Catania e l’appoggio fattivo dell’assessore allo sport Valentina Scialfa. L’8 e 9 ottobre tutti i lanciatori Master d’Italia a Catania e al Campo Scuola di via Grasso Finocchiaro, dove si sono formati i nostri più grandi campioni che hanno partecipato ai Giochi Olimpici, Campionati Mondiali o Europei, come Walter Arena, Giuseppe D’Urso, Francesco Scuderi, Alessandro Cavallaro, Claudio Licciardello, Anita Pistone, Rosario La Mastra, Tiziana Grasso. E non poteva essere altrimenti, i lanciatori catanesi sono stati tra i protagonisti di questa rassegna nazionale sin dalle prime battute. Tanto da toccare il tetto nel 2015 a Pistoia con quattro titoli italiani e con le due società etnee, la maschile Puntese San Giovanni La Punta e la femminile Scuola di Atletica Leggera Catania, salite entrambe sul podio al secondo posto nel Trofeo «Beppe Tosi». In memoria del gigante di Borgo Ticino (25 maggio 1916 – Roma, 10 luglio 1981) che con l’altro discobolo Adolfo Consolini ha costituito il più forte duo che l’Italia abbia mai avuto nei lanci. Tosi venne soprannominato “l’eterno secondo”, perché in diverse occasioni ottenne la seconda piazza alle spalle di Consolini. Primatista europeo nel 1948 con 54,78 e 54,80, medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Londra 1948 e ai Campionati Europei del 1946, 1950 e 1954, sempre dietro Consolini.

Questi Campionati hanno preso timidamente il via nel 1998 per allargare gli orizzonti negli anni successivi con un numero crescente di appassionati lanciatori multipli e molte vecchie glorie provenienti da tutta Italia, arrivati adesso a più di un centinaio di atleti. Una disciplina difficile con cinque lanci in rapida successione: martello, peso, disco, giavellotto e martello con maniglia corta. Quest’ultimo, un curioso attrezzo ereditato dai celti, chiamati sul finire dell’Ottocento «Irish Whales» ovvero balene irlandesi per la loro corpulenza e statura, i primi eroi olimpici dell’Era Moderna, tipo Matt McGrath, 1,80 x 248 kg la sua stazza. L’acese Giuseppe Distefano, nato a San Pietro Clarenza l’1 aprile 1941, ha indirizzato da pioniere un buon numero di adepti verso questa specialità di nerboruti, così da mettere profonde radici a Catania.

Ecco la prima donna, Maria Teresa Villani; la santantonese Santa Sapienza, l’altra stella di questi Campionati; Gaetano Marchese; Antonio Pellegrino; capaci tutti di raccogliere le prime medaglie. A questi si sono aggiunti molti altri, alcuni pure medagliati, Isidoro Mascali, Mario Desiderio, lo stesso Giacinto Bitetti, Biagio Di Mauro, Benedetto Greco, Carmelo Raciti, Carmelo Testa, Teresina Tonazzo, gli agrigentini Calogero Scordino, Salvatore Stuppia, Giusy Parolino, Giuseppe Miraldi, le più fresche neofite, Irene Messina e Costanza Massa. Pensate che il 9 aprile 2016 a Santhià alla settima edizione dei Campionati Italiani Invernali di Pentathlon dei Lanci Master il miglior punteggio assoluto l’ha totalizzato il nostro Giuseppe Distefano con 4086 punti, esordiente nella categoria SM75. Il terzo atleta italiano a superare la soglia dei 4000 punti, dopo Carmelo Rado (5443 da SM80) e Andrea Meneghin (4055 da SM55). Di Distefano bisognerebbe scrivere un volume intero: il nostro colosso ha spaziato sinora in cinque categorie, una catena della felicità iniziata a Milano nel 2000 come SM55, quindi i cinque anni interi da SM60, quattro da SM65, ancora cinque da SM70, una da SM75, raggranellando in totale diciannove titoli, quindici Estivi e quattro Invernali. L’interruzione è avvenuta solo nel 2010 a Macerata, quarto classificato a causa di tre nulli nel disco, pur vincendo alla fine il 1° Grand Prix Pentathlon Lanci Master come SM65.

Michelangelo Granata

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA