Riconoscimento

Javier Zanetti all’Oscar dello Sport di Mazara

L'ex capitano dell'Inter riceverà un premio alla carriera
zanetti
23 ago 2014 - 17:05

MAZARA DEL VALLO - Presenza di grande prestigio e spessore per l’edizione dell’Oscar dello Sport di Mazara di quest’anno. A ritirare un premio alla carriera ci sarà il glorioso numero 4 dell’Inter, nonché neo vicepresidente, Javier Zanetti.

La leggenda argentina della formazione neroazzurra è l’ennesima presenza importante che arriverà in città. In passato Cesare Prandelli, Giancarlo Abete e Massimo Moratti hanno già calcato il palcoscenico dell’Oscar dello Sport e quest’anno Zanetti sarà il grande mattatore della kermesse in programma il 25 agosto alle ore 21 in piazza della Repubblica. Lo scorso anno l’ex capitano dell’Inter ha inviato un videomessaggio, mentre lunedì ritirerà di persona il premio “per lo straordinario esempio dato ai giovani nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera di calciatore”. Nel contempo Zanetti promuoverà, insieme alla moglie Paula, le attività della Fondazione P.U.P.I., un’associazione no profit fondata dalla famiglia Zanetti “per un`infanzia integrata”, che da anni aiuta bambini ed adolescenti in difficoltà.

Lo spessore morale e umano di Zanetti è universalmente riconosciuto: da anni si impegna con la sua fondazione per migliorare le condizioni dei minori e instradarli verso la via della legalità e della scolarizzazione. Temi che sono stati sempre a cuore del campione argentino che, sia sul campo sia nella vita, ha dimostrato una correttezza senza pari.

L’evento è promosso dal Comune di Mazara e organizzato dall’associazione Videaset di Roberto Oddo (conduttore della manifestazione) con il coordinamento di Pietro Ingargiola, presidente della commissione consiliare sport.

Con Javier Zanetti saranno premiati, tra gli altri, il designatore degli arbitri di serie A di calcio Domenico Messina (alla carriera di dirigente arbitrale), il campione del mondo di volley Andrea Lucchetta, il presidente del Coni Sicilia ed ex segretario nazionale Cisl Sergio D’Antoni, il tecnico del Trapani Roberto Boscaglia (allenatore di serie B dell’anno), Veronica Floreno (miglior atleta paralimpica dell’anno), il giornalista di Rai Sport Alessandro Antinelli (miglior giornalista sportivo dell’anno). Inoltre saranno riservati premi speciali ad Alessandro Bellière, l’atleta 80enne che sta compiendo l’impresa di fare il giro d’Italia a piedi e Fausto Firreri per l’impegno profuso a favore della promozione del nuoto e del basket paralimpico.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA