Atletica

Italia con Gibilisco per toccare il cielo

Agli Europei in Svizzera, il siciliano si gioca le carte per raggiungere la finale. Al momento l'Italia non ha raccolto alcuna medaglia
Giuseppe Gibilisco
14 ago 2014 - 12:16

ZURIGO - Giornata importante agli Europei di atletica leggera per l’Italia e per la Sicilia. Giuseppe Gibilisco ha la grande occasione di qualificarsi alle finali di salto con l’asta. Il siracusano è stato campione del mondo nel 2003 ed ha vinto la medaglia di bronzo ai giochi Olimpici di Atene del 2004. L’anno scorso si è affermato come il miglior saltatore ai Giochi del Mediterraneo: adesso punta all’unica competizione in cui non ha mai vinto nulla.

A trentacinque anni, gli Europei in Svizzera potrebbero essere una grande occasione. Prima, però, bisogna qualificarsi: “Ho vinto nelle più grandi competizioni, ma in quelle continentali ci sono andato vicino solo nel 2010, con il quarto posto a Barcellona. Intanto l’importante è qualificarsi, poi in finale entreranno in gioco altri fattori“, ha spiegato Gibilisco. L’altezza minima per passare il turno è di 5,65 metri.

Fino ad ora la spedizione azzurra non ha ottenuto alcuna soddisfazione. Il medagliere piange: zero riconoscimenti. Nei 400 metri piani Matteo Galvan ha chiuso al sesto posto, mentre nei 400 ostacoli Leonardo Capotosti è stato eliminato in semifinale.

Niente da fare anche nei 100 piani al femminile per Audrey Alloh e Irene Siragusa. Mentre per il maschile delusione pure per Fabio Cerutti e Delmas Obou.

Per le finali si attendono Marco Fassinotti e Gianmarco Tamberi nel salto in alto. Nei 400 piani femminili buone speranze per Libania Grenot.

Chi resta con l’amaro in bocca, invece, è il primo finalista italiano: Giorgio Rubino. Il marciatore chiude ottavo nella 20 km.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati