Calcio

‘I TRENI DEL GOL’: Catania, obiettivo -5. Giorni decisivi

procura
25 ago 2015 - 14:14

CATANIA - In merito alle vicenda legata ai ‘Treni del gol’, il Catania non ha alcuna intenzione di stare con le mani in mano. Anzi rimane fermo sulla sua posizione. La retrocessione in Lega Pro con cinque punti di penalizzazione richiesti dal Procuratore Figc Stefano Palazzi viene ritenuto un provvedimento legittimo e rispettabile.

Diversamente dalla sentenza vera e propria emessa in primo grado dal Tribunale Nazionale Federale, il quale ha assunto la decisione d’irrobustire la pena richiesta da Palazzi irrorando squalifiche, una pesante multa ed incrementando i punti di penalizzazione a 12 ma senza adottare provvedimenti nei confronti di calciatori.

I legali dell’ex Presidente rossoazzurro Antonino Pulvirenti e del Catania non ci stanno, ragion per cui si sono mossi tempestivamente facendo ricorso in Appello. L’obiettivo è concretizzare le richieste formulate da Palazzi facendo valere i ‘benefici’ dell’applicazione dell’articolo 24 del Codice di Giustizia Sportiva che ‘premia’ l’ammissione di colpe e la fattività della collaborazione.

Giovedì 27 agosto potrebbe arrivare l’emissione della sentenza di secondo grado. Sono giorni decisivi per comprendere da dove ufficialmente il Catania ripartirà e, soprattutto, a quanto ammontano i punti che verranno inflitti alla società etnea in vista del prossimo campionato.  

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento