Calcio

Grande Trapani ad Ascoli: dal possibile 1 – 3 al miracoloso 2 a 2

unnamed (4)
11 feb 2017 - 17:19

TRAPANI - Allo stadio “Del Duca” il match tra l’Ascoli ed il Trapani termina con un pirotecnico pareggio, 2 a 2 il risultato.

Grande inizio di gara dell’Ascoli che si fionda immediatamente in avanti alla ricerca del vantaggio. Ed infatti, già al 14′, i padroni di casa trovano la via del gol: Pigliacelli sbaglia il rinvio ed il centrocampo dell’Ascoli è abile a ribaltare l’azione con Orsolini che imbecca Favilli, l’attaccante ascolano controlla la sfera e supera con un tocco sotto il portiere granata. Il Trapani subisce il colpo e sembra incapace di reagire. L’Ascoli, invece, galvanizzato dal vantaggio, continua ad attaccare ed al 23′ trova addirittura il raddoppio: ancora Orsolini, ispiratissimo, serve Giorgi che in mezzo all’area di rigore si libera e serve Favilli, ancora il centravanti di casa conclude di prima intenzione e batte Pigliacelli. È 2 a 0 per l’Ascoli. Devastante inizio di gara per i bianconeri che non cessano le sortite offensive nemmeno dopo il doppio vantaggio. Al 30′ Orsolini controlla al limite dell’area e sfodera una bella conclusione a giro che termina, però, di pochissimo a lato. L’unico squillo di un deludente primo tempo del Trapani è al 42′ con Curiale ma è miracoloso Lanni a distendersi ed a respingere la conclusione dell’attaccante granata. La prima frazione termina così con l’Ascoli in vantaggio con il punteggio di 2 a 0.

Decisamente un altro Trapani nella ripresa. La squadra di Calori, probabilmente motivata dall’ira del proprio mister, scende in campo con un atteggiamento totalmente diverso. Al 48′, infatti, i siciliani sfiorano il gol con Canotto che con un gran tiro da fuori area chiama Lanni ad un altro miracolo. Passano dieci minuti, al 58′, e Maracchi si procura un calcio di rigore dopo una trattenuta in area di rigore di Cassata. Dal dischetto Citro è freddo e realizza la rete del 2 a 1. Dopo qualche minuto di appannamento l’Ascoli si riprende ed al 62′ Gatto va vicinissimo al gol ma la sua conclusione esce di poco a lato della porta di Pigliacelli. Il Trapani peró è in partita e crede nella rimonta. Al 77′ Citro sfiora il pareggio ma con il suo tiro incrociato, all’interno dell’area, non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. All’80′ l’Ascoli ha la grande occasione per chiudere il match: Kresic, abbastanza ingenuamente, atterra Favilli e per il direttore di gara è calcio di rigore. È fenomenale però Pigliacelli ad intercettare prima la conclusione dal dischetto di Gatto e poi, sulla ribattuta, a sbarrare ancora la propria porta all’attaccante dell’Ascoli. Al 93′, proprio quando le speranze del Trapani sembravano essersi affievolite, la squadra siciliana trova l’incredibile gol del pareggio: bel triangolo in area di rigore tra Coronado e Manconi, quest ultimo si presenta davanti a Lanni e con un preciso interno destro batte il portiere dell’Ascoli. La partita termina così sul punteggio di 2 a 2.

Dopo un bruttissimo primo tempo, sotto meritatamente di due gol, la squadra di mister Calori sfodera una grandissima prestazione nella ripresa e riesce ad agguantare una partita che sembrava senza storia. Il Trapani è sulla via giusta e le prestazioni sfornate nelle ultime giornate fanno ben sperare i siciliani, ancora ultimi, ma ora in piena lotta salvezza.

Commenti

commenti

Alberto Macchi



© RIPRODUZIONE RISERVATA