Focus

Gol, spettacolo ed emozioni in una partita mai banale: i PRECEDENTI tra Palermo ed Empoli

Palermo-Empoli
8 set 2017 - 16:17

PALERMO – Siamo solo alle terza delle quarantadue giornate (playoff e playout esclusi) che ci separano dalla fine del campionato, ma il turno che scatterà stasera con l’anticipo delle 20,30 tra Pescara e Frosinone, è già uno di quelli da non sbagliare per il Palermo di mister Bruno Tedino e per l’Empoli del tecnico Vincenzo Vivarini.

Domani pomeriggio, alle ore 15 al “Renzo Barbera”, arriveranno i toscani retrocessi la scorsa stagione, proprio come i rosanero. Una sfida dal sapore di Serie A, che non può che essere considerata il big match del terzo turno di Serie B. 

Il Palermo non perde in casa contro gli azzurri dal 2 novembre 2015, quando una punizione di Riccardo Saponara inchiodò i siciliani, che quella stagione chiusero sedicesimi il loro campionato di Serie A, un solo punto sopra la zona retrocessione. La prima vittoria in Sicilia dei toscani, allenati da Luciano Spalletti, risale alla stagione 1996/1997, quando si imposero grazie al gol di Alessandro Birindelli.

Una sfida che la scorsa stagione non è stata per nulla banale: proprio il Palermo, già retrocesso, condannò alla Serie B l’Empoli, allenati dall’allora mister Giovanni Martusciello, che non riuscì a ribaltare il doppio vantaggio casalingo firmato Ilija Nestorovski e Bruno Henrique. Inutile fu infatti il gol messo a segno da Rade Krunić.

L’ultima volta che le due formazioni si affrontarono al “Renzo Barbera” nel campionato di Serie B fu nella stagione 2013/2014. La partita, valida per la seconda giornata, vide i padroni di casa, allenati da Gennaro Gattuso perdere per 1-2, grazie alle reti di Francesco Tavano e Giovanni Maccarone, attaccanti di quell’Empoli allenata da Maurizio Sarri. A nulla servì la rete di Abel Hernández. La stagione alla fine si concluse con il record di punti nel campionato cadetto per la squadra rosanero (86), prima in classifica, e il secondo posto con 76 punti per l’Empoli: per entrambe fu promozione in A.

L’ultimo pareggio risale al campionati di Serie A 2015/2016, dove le reti rimasero inviolate, che mancava dalla stagione 47/48 in Serie B. Le due squadre si affrontarono nuovamente quasi 40 anni dopo, stagione 1983/1984, quando al “Barbera” (meglio noto al tempo come Stadio “La Favorita”, ndr) i rosanero si imposero per 1-0, grazie al gol di Hubert Pircher. Alla fine dell’anno i siciliani retrocedettero in Serie C1.

Pareggio anche nella stagione 2005/2006 in Serie A: in Sicilia fu 2-2 (Andrea Caracciolo e Stephen Makinwa per i rosanero; doppietta di Francesco Tavano per i toscani) e per la prima volta si segnarono più di due reti (4, fino adesso mai più segnate).

Precedenti con gol, spettacolo e tante emozioni, dunque, quelli tra Palermo ed Empoli. In casa rosanero, in totale, i precedenti sono 12: 4 vittorie del Palermo, 4 pareggi e 4 vittorie dell’Empoli. Parziali che di qui a poco sono destinati a cambiare.

Ecco schematicamente tutti i precedenti al “Renzo Barbera”:
1947/48 Palermo-Empoli 0-0 (Serie B)
1983/84 Palermo-Empoli 1-0 (Serie B)
1985/86 Palermo-Empoli 1-1 (Serie B)
1996/97 Palermo-Empoli 0-1 (Serie B)
2001/02 Palermo-Empoli 1-0 (Serie B)
2005/06 Palermo-Empoli 2-2 (Serie A)
2006/07 Palermo-Empoli 0-1 (Serie A)
2007/08 Palermo-Empoli 2-0 (Serie A)
2013/14 Palermo-Empoli 1-2 (Serie B)
2014/15 Palermo-Empoli 0-0 (Serie A)
2015/16 Palermo-Empoli 0-1 (Serie A)
2016/17 Palermo-Empoli 2-1 (Serie A)

Commenti

commenti

Mauro Di Stefano



© RIPRODUZIONE RISERVATA