Olimpiadi

Federica Pellegrini e l’amarezza per il quarto posto nella finale di Rio

FB_IMG_1470815596113-1
10 ago 2016 - 10:10

“Eh già non è arrivata!! Fa così male questo momento che non potrei descriverlo!! Non è un dolore di uno che accetta quello che è successo, anzi è un dolore di una che sa cos’ha fatto quest’anno… la determinazione che ci ha messo… il mazzo che si è fatta… I pianti per i dolori e per la fatica… lo svegliarsi la mattina e dopo 7 ore di sonno sentirsi come se ti avessero appena preso a pugni quanta è ancora la stanchezza…”.

Inizia così il post-sfogo di Federica Pellegrini, dopo il quarto posto aggiudicatosi stanotte in quel di Rio durante la finale dei 200 stile libero.

“Sì ho 28 anni….bla bla bla….ma ci credevo…ho combattuto con tutto quello che avevo e purtroppo ho perso…forse è tempo di cambiare vita …forse no….certo è che un male così forte poche volte l’ho sentito….colpa di nessuno anzi…”.

Tristezza, rabbia e delusione: un mix di emozioni per una medaglia non arrivata. Per una vittoria sfuggita. Ed è subito tempo di dire “grazie”: “Volevo ringraziare tutte le persone che mi hanno fatto sentire in quest’anno come da molto tempo non mi sentivo… @matteogiunta che mi ha fatto volare… @filomagno82 che mi è sempre stato vicino in ogni momento ❤️.. @mrc.morelli che ha curato le mie ferite… #brunarossi che ha curato la mia mente…. Grazie a tutti voi perché abbiamo dato tutti il massimo quest’anno ma purtroppo in questo sport si vince di centesimi e si perde di centesimi…e oggi qualcuno ci ha presentato un conto troppo salato da accettare…”.

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA