Pallanuoto femminile

Ekipe Orizzonte vince ma non convince

Foto Monika Eggens al tiro
25 mar 2017 - 19:55

CATANIA - L’Ekipe Orizzonte batte il Pescara Pallanuoto per 11-9 e conquista i tre punti, malgrado una prova opaca nella quattordicesima giornata della Serie A1 di pallanuoto femminile.

Le catanesi consolidano così il terzo posto in classifica, con una partita ancora da recuperare, pur non giocando di certo la miglior partita della stagione.

Le rossazzurre hanno infatti faticato più del previsto, a partire dal primo tempo vinto 4-3, seguito dal 3-3 della seconda frazione. Il match è stato virtualmente chiuso nel terzo parziale di gioco, conquistato per 4-1 dalle padrone di casa, superate poi a sorpresa per 0-2 nell’ultimo tempo.

Tra le marcatrici, quattro reti per Monika Eggens, due a testa per Capitan Tania Di Mario ed Arianna Garibotti, una ciascuno per Roberta Grillo, Valeria Palmieri e Claudia Marletta.

Al termine del match restano da salvare solo i tre punti, come ha lasciato intendere anche il coach dell’Ekipe Orizzonte: “Sono amareggiata e molto delusa ha detto Martina Miceli ma anche dispiaciuta per lo spettacolo che abbiamo dato oggi. Sono delusa da tutte le ragazze, dalla prima all’ultima. Siamo state presuntuose nell’approccio alla gara e abbiamo fatto tutto ciò che non mi piace nel singolo atleta e come squadra. È stato tutto brutto, non c’è nulla da salvare e mi auguro che si faccia un grande bagno d’umiltà da parte di tutti, perché non possiamo essere quelle di oggi, dato che solo due settimane fa, nella stessa piscina, sembravamo altre giocatrici. Continuo a dire che ciò che fa la differenza in questo sport è la testa, ma ancora insistiamo nel non voler prendere coscienza di questa cosa e quindi di sicuro bisognerà rivedere qualcosa. Abbiamo certamente sottovalutato l’avversario, ma abbiamo anche dimostrato di non mettere la giusta attenzione singolarmente, di essere poco umili. E questo vuol dire sentirsi già arrivate quando molte non hanno ancora vinto nulla, ma anche non avere rispetto per le tante persone che lavorano dietro le quinte, facendosi in quattro per farci arrivare pronte alla partita del sabato. Sono veramente molto delusa, perché sembra di essere tornate quelle di un mese fa a Milano, dove abbiamo compromesso il cammino in Coppa Italia. Proprio giovedì andremo a giocarci il prossimo turno contro Bogliasco e se saremo quelle di oggi verremo asfaltate”. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA