Beach soccer

Domusbet, il presidente Bosco: “Tutto secondo le previsioni”

nella foto il presidente della Domusbet Catania Giuseppe Bosco
22 giu 2015 - 16:26

CATANIA - Tutto secondo i programmi, tutto secondo pronostico. La Domusbet Catania esce dalla prima tappa in quel di San Benedetto del Tronto con un bilancio positivo donato dal primato in classifica e dalle tre vittorie senza storia raggiunte in questi tre giorni. “Abbiamo rispettato i pianiafferma il presidente Giuseppe Bosco tre vittorie che magari non hanno donato bel gioco, ma era normale con le numerose assenze e con giocatori che non avevano mai amalgamato schemi e situazioni di gioco. Dovevamo vincere, contava in fondo solo questo. Siamo rimasti molto soddisfatti soprattutto della crescita di giocatori come Ortolini e Palazzolo, eravamo qui per osservare proprio questo dato il deficit d’organico. Devo poi ringraziare lo spessore umano e tecnico di due giocatori come Amarelle e Fumagalli fondamentali in questa tappa. Adesso dobbiamo solo gestire allenamenti e programmare per arrivare nel migliore dei modi alle tappe successive. Il Girone Nord è un raggruppamento pazzesco con scontri di alto livello e sicuramente le altre squadre arriveranno ben preparate alle finali scudetto. Noi dobbiamo gestire bene ogni passo guardando al futuro con serenità e prospettiva. I nuovi arrivati? Rimangono nell’orbita Domusbet Catania. Sono stati ingaggiati dalla nostra società in Italia e speriamo di averli anche nelle prossime tappe. Sono insomma abili e arruolabili a seconda delle nostre esigenze d’organico. Amarelle? Non ha bisogno di parole, è un giocatore che si commenta da solo, basta guardare cosa combina in campo e speriamo di averlo sia per la seconda tappa, sia per le finali scudetto”.

Euro Winners Cup 2015

In linea con il numero uno etneo anche il coach Luca Della Negra: “Siamo stati bravi – chiosa il mister friulano – soprattutto nel sopperire alle tante assenze e a saper gestire i momenti delle gare. Non era una tappa o delle gare da vincere tatticamente, non potevo pretendere tanto da un gruppo che non si era mai allenato insieme. Abbiamo gestito la testa, i singoli, sfruttando i momenti e il colpo in più di alcuni giocatori. Sono contento dell’atteggiamento e delle risposte sul campo di alcuni miei giocatori. Volevo molto da Bosco, Palazzolo e Ortolini e loro hanno risposto presente nel migliore dei modi. Ortolini ha fatto non solo gol, ma anche tutti quei movimenti che pretendo dal pivot. Adesso dobbiamo gestire al meglio le settimane e le assenze. Molti torneranno dopo l’Olimpiade di Baku e altri tra due settimane partiranno per il Mondiale. Gestiremo il gruppo nel migliore dei modi con la consapevolezza di aver trovato in Amarelle, Miguel, Van Gessel e Fumagalli giocatori pronti che potrebbero anche darci una mano in futuro”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento