Beach Volley

Domani al via la fase finale scudetto alle Capannine, presente Malagò

beach volley
1 set 2016 - 18:57

CATANIA - La lunga attesa è finita. Domani a Le Capannine di Catania scatta la tre giorni che deciderà le sorti dello scudetto del beach volley 2016. La lunga e straordinaria estate, che ha visto Lupo e Nicolai conquistare l’argento a Rio, è quindi ormai alle battute finali. Alle 12 si svolgerà la riunione tecnica. Successivamente partiranno le sfide del primo turno vincenti. Nel maschile le coppie sono 24, dopo la rinuncia di Filippo Romani e Francesco De Luca. Nel femminile sono diventate 21 dopo il forfeit di Chiara They e Reka Orsi Toth.

Sette i siciliani al via: cinque catanesi nel maschile (Carmelo Mazza con il padovano Zurini; Franco Arezzo e Claudio Martinengo, i gemelli Federico e Giosué Andronico) e due nel femminile con speranze di podio perché Graziella Lo Re e la messinese Nellina Mazzulla in questo main draw possono fare qualcosa d’importante sulla sabbia di casa.

La coppia de “Le Capannine”, argento nelle ultime due finali scudetto, Paolo Ficosecco e Gianluca Casadei sono ormai di casa a Catania, allenati da Gianpietro Rigano che sarà coadiuvato da uno staff composto da Ciccio Litrico (preparatore atletico) e da Carmelo Mantarro (scout man).

Saranno due le coppie olimpiche al via della finale scudetto. Alex Ranghieri e Adrian Carambula, campione in carica e sconfitti negli ottavi alle Olimpiadi proprio da Lupo-Nicolai, e Marta Menegatti che sarà in coppia con Laura Giombini.

Inoltre sempre domani, intorno alle 13, il presidente del Coni Sicilia, Giovanni Malagò, visiterà la struttura allestita che ospiterà il terzo Master tricolore consecutivo, il quarto nella storia (la prima volta nel 2000). Il massimo dirigente del Coni, che oggi è stato ospite dei Mondiali di canoa polo a Siracusa, parlerà con i giornalisti alle 13. Presenti il massimo dirigente siciliano Sergio D’Antoni e il presidente della Fipav Enzo Falzone.

Sarà premiato però solo Nicolai, sabato mattina, alle 12, vista l’improvvisa indisponibilità di Daniele Lupo. 

 

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA