Calcio

Modena – Catania. Scenario cambiato rispetto a un mese fa

braglia
9 mar 2015 - 18:23

CATANIA - Scavalcato dal Crotone, il Catania vuole continuare a muovere la classifica. Per farlo servirà un risultato importante a Modena, in vista di un match valido per il recupero della quarta giornata di ritorno del campionato di Serie B. La partita si sarebbe dovuta giocare a febbraio ma, a causa delle disastrate condizioni del terreno di gioco dello stadio Alberto Braglia, l’arbitro Chiffi ha preferito rinviarla seppur tra le polemiche. Oggi il manto erboso dell’impianto sportivo modenese si presenta rizollato nelle porzioni di campo maggiormente colpite, inoltre è diversa la condizione psicologica delle due squadre.

Se, prima di allora, il Catania era reduce da due vittorie consecutive e guardava alla trasferta di Modena come quella della definitiva svolta, adesso i rossoazzurri vengono da un periodo negativo e due pareggi di seguito. I canarini, invece, sembrano essersi rigenerati dalla cura Pavan-Melotti. Il duo, subentrato a Walter Novellino, ha avuto un impatto positivo sulla squadra, che ha vinto le recenti gare disputate al cospetto di Brescia e Frosinone. Si respira aria nuova nel gruppo gialloblu, c’è un ritrovato entusiasmo, uno spirito diverso nell’affrontare le partite, maggiore serenità e compattezza.

Il Catania faccia molta attenzione a questo Modena che, in caso di successo martedì, si avvicinerebbe moltissimo alla zona playoff. Al tempo stesso, però, i modenesi non dovranno sottovalutare il Catania. Nella recente trasferta di Bari la squadra dell’Elefante è andata vicina al primo colpo esterno della stagione. Al Braglia proverà a conquistare i punti persi in terra pugliese per rilanciarsi in un campionato che, fino a questo momento, ha regalato tante amarezze e pochi sorrisi al popolo rossoazzurro. Per l’occasione mister Marcolin dovrebbe confermare l’assetto tattico delle ultime partite, cioè il 3-4-1-2. Castro probabile sostituto dello squalificato Calaiò.

Per il resto, l’undici titolare sarà lo stesso di sabato scorso, salvo qualche eccezione (Chrapek oppure Odjer al posto di Escalante)? Vedremo. Il Catania riparte da un pareggio casalingo ottenuto in extremis contro lo Spezia, non esattamente quanto ci si aspettava alla vigilia del match. Tuttavia, evitare una sconfitta quando ormai si è quasi rassegnati al ko, non è un risultato da buttare e può dare un’iniezione di fiducia alla squadra. Scendendo in campo con la giusta “fame” e cattiveria agonistica, il Catania può dire la sua in un confronto che si preannuncia acceso e vibrante al cospetto di un Modena in salute. 

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento