Calcio

Direttori sportivi: Sensibile va a Trapani, Faggiano è pazzo di Zamparini

Pasquale Sensibile e Daniele Faggiano
Pasquale Sensibile e Daniele Faggiano
27 lug 2016 - 17:30

TRAPANI - Il Trapani ha trovato il suo nuovo ds: si tratta di Pasquale Sensbile, che sostituirà Daniele Faggiano andato a Palermo. Questo il comunicato ufficiale del club:

“Pasquale Sensibile è il nuovo direttore sportivo del Trapani Calcio. Nella tarda mattinata di oggi il nuovo ds ha incontrato a Roma mister Serse Cosmi, per un primo confronto al fine di programmare da subito il lavoro e completare la rosa. 45 anni, originario di Lecco, Pasquale Sensibile ha un passato da calciatore (tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio del Duemila). Come dirigente ha iniziato la sua carriera come responsabile dell’area tecnica dell’Hellas Verona, passando poi alla Juventus come responsabile degli osservatori. Nel 2008 diviene direttore sportivo del Novara: sono gli anni in cui la squadra piemontese vive grandi successi, passando dalla Lega Pro in serie A, grazie alla vittoria nei play off di serie B 2010-11. Nel 2011 è alla Sampdoria e nel 2013 al Mantova. Concluso il rapporto con la Società lombarda nel 2014 è con Walter Sabatini alla Roma come responsabile dall’Italia dello scouting estero della Società giallorossa. Il nuovo direttore sportivo sarà domani a Trapani e sarà presentato dai vertici societari nel corso di un incontro con la stampa che si terrà alle 11.00 nella sede del Trapani Calcio”.

Nella stagione in B con la Samp ha portato calciatori come il portiere Sergio Romero, il centrale nazionale tedesco Shkodran Mustafi, il centrocampista Roberto Soriano e il centravanti Federico Piovaccari.

Pasquale Sensibile quindi prenderà il posto di Daniele Faggiano, che già oggi ha raggiunto il ritiro di Bad Kleinkirchheim e si è visto molto entusiasta della nuova avventura al Palermo: “Le sensazioni sono positive, il presidente trasmette un entusiasmo unico. Dalla mattina presto fino alla sera quando mi chiama mi trasmette la carica, fa solo piacere venire a lavorare in Serie A nel Palermo. Cercheremo di recuperare tempo mettendoci tanto entusiasmo, c’è tanto lavoro da fare. Devo capire ancora diversi meccanismi che in soli due-tre giorni non si possono conoscere, ci sto lavorando. Ci siamo confrontati”.

In merito al mercato i tifosi trapanesi si augurano che Faggiano oltre al danno non faccia pure la beffa, pescando in casa granata qualche calciatore. Queste le sue dichiarazioni: “A Palermo devono arrivare calciatori motivati che onorino la maglia e che facciano bene per i rosanero, da dove provengano è l’ultimo dei problemi, ma non ho ancora parlato con nessuno. Il presidente ha chiuso per un paio di calciatori, loro hanno la priorità, per il resto si vedrà”.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA