Calcio

De Zerbi contro la montagna: la prima contro il Napoli

palermo
9 set 2016 - 12:42

PALERMO - Domani sera alle 20,45 al Renzo Barbera il Palermo affronterà il Napoli alla terza giornata di campionato e sarà la prima di Roberto De Zerbi alla guida dei rosanero. In realtà sulla panchina degli isolani siederà Davide Possanzini, secondo del tecnico bresciano, che deve scontare un turno di squalifica rimediato nella scorsa stagione durante la partita di finale per la serie B contro il Pisa.

De Zerbi, dalla tribuna, proverà a imbrigliare il Napoli reduce dalla pirotecnica vittoria in casa contro il Milan e non sarà un compito facile. Dovrà fare a meno degli infortunati Trajkovski, Morganella e Quaison e proverà ad arginare la vena offensiva dell’attacco partenopeo, che ha segnato 6 gol in due partite, con tre giocatori autori di una doppietta ciascuno: Mertens contro il Pescara, Milik e Callejon contro il Milan. Vero è che la difesa di Sarri ha pure subìto quattro gol nelle stesse due partite, ma sull’argomento capacità di realizzazione il Palermo è tutto da scoprire.

De Zerbi applicherà il modulo 4-3-3, che comporterà diverse scelte. Con Posavec in porta, la retroguardia dovrebbe essere completata dagli esterni Rispoli ed Aleesami e dai centrali Goldaniga e Rajkovic, con Gonzalez, da poco aggregato al gruppo per gli impegni con la sua nazionale, e Vitiello che partiranno insieme ad Andelkovic e Cionek dalla panchina.

Altra scelta delicata che De Zerbi dovrà affrontare riguarda lo schieramento di centrocampo. Durante la settimana il tecnico dei rosanero ha sempre provato una mediana che vedeva Gazzi e Bruno Henrique mai presenti contemporaneamente. Da qui la convinzione che consideri i due incompatibili e, perciò, con l’obiettivo di creare un argine davanti alla difesa e rafforzare la fase di interdizione per cercare di limitare le incursioni dalle retrovie degli uomini di Sarri, dovrebbe scegliere Gazzi come titolare affiancato da Hiljemark e da Chochev. Questa scelta priverà la metà campo rosanero della fantasia del regista brasiliano e probabilmente si rivedranno le difficoltà di impostazione da parte dei difensori, con la conseguente necessità di rilanci lunghi del portiere.

Il fronte offensivo, visti sempre gli schemi provati in allenamento, dovrebbe vedere Diamanti nella posizione di “falso nove”, con Embalo a sinistra e Sallai a destra. Il giovanissimo ungherese sembra godere della fiducia piena dell’allenatore, anche per la personalità che ha dimostrato nelle precedenti apparizioni.

Ecco, quindi, la probabile formazione con la quale il Palermo affronterà il Napoli: Posavec, Rispoli,  Goldaniga, Rajkovic, Aleesami; Hiljemark, Gazzi, Chochev; Sallai, Diamanti, Embalo.

Anche il Napoli dovrebbe dovrebbe essere schierato da Sarri con il 4-3-3, con  Reina in porta,  Hysaj, Koulibaly, Albiol e Ghoulam a formare la retroguardia; Allan, Jorginho, Hamsik a centrocampo e fronte offensivo con  Callejon, Milik e Mertens.

La partita sarà diretta dall’arbitro Davide Massa di Imperia.

Si spera che il pubblico accorra numeroso a riempire gli spalti del Barbera, anche in considerazione del fatto che l’intero incasso della partita sarà devoluto alle popolazioni colpite dal sisma.

Pietro D’Alessandro

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA