Calcio

Catania, buio pesto. La Casertana fa festa al “Massimino”

IMG_20160227_145933
27 feb 2016 - 17:50

CATANIA - Questo Catania non sa più vincere. Ma non è il solito pareggio. Stavolta, allo stadio Angelo Massimino, cede l’intera posta in palio alla Casertana che s’impone per 0-1 tra i fischi sonori di un pubblico estremamente deluso.

Prima occasione da gol dell’incontro che capita sui piedi di Mangiacasale. Al 4′ cross dalla sinistra, di testa Nunzella serve involontariamente Mangiacasale, il tiro di quest’ultimo viene respinto sulla traversa da Liverani che, poi, blocca la sfera. Risponde il Catania al 17′ con una bella combinazione tra Di Cecco, Calderini e Calil. Il brasiliano si ritrova il pallone a tu per tu con Gragnaniello ma calcia addosso al portiere.

Poche idee tra le fila del Catania, troppo lento, macchinoso e prevedibile. Al 28′ la Casertana avanza il proprio baricentro e conclude in porta con Agyei, ma è facile per Liverani intervenire bloccando la sfera. Al minuto 32 si concretizza la rete che sblocca il risultato. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, incornata del bomber rossoblu De Angelis e gol valido per lo 0-1. I padroni di casa provano a reagire, in particolare sfruttando qualche guizzo di Russotto ma fanno poco per impensierire la difesa casertana.

Etnei confusi, lenti e prevedibili nella prima frazione. La musica, sostanzialmente, non cambia nel secondo tempo. Anzi in un paio di circostanze Liverani è provvidenziale. Prima, al 4′, uscendo tempestivamente sul pericoloso inserimento di Matute. Poi, al minuto 20, opponendosi alla grande su tiro a botta sicura di Mancosu.

Pancaro cambia modulo passando al 4-2-4 con l’ingresso in campo di Lupoli e Falcone. Il risultato? Russotto, Falcone e Calil creano delle valide occasioni per andare a segno, ma nulla più. Deludente prestazione offerta dal Catania, poco mordente ed i tre punti vanno alla Casertana che, senza strafare, vince e salva la panchina di Romaniello.

CATANIA – CASERTANA, TABELLINO PARTITA

Marcatori: 32′ De Angelis

CATANIA (4-3-3): 1 Liverani; 2 Garufo (81′ Parisi), 5 Ferrario, 6 Bergamelli, 3 Nunzella; 8 Agazzi, 4 Musacci (62′ Lupoli), 10 Di Cecco; 7 Russotto, 9 Calil, 11 Calderini (45′ Falcone). A disposizione di Pancaro: 12 Bastianoni, 14 Bastrini, 15 Bombagi, 16 Pessina, 19 Felleca, 20 Gulin, 21 Di Stefano.

CASERTANA (3-4-1-2): Gragnaniello; Idda, Bonifazi, Murolo; Mangiacasale (73′ De Marco), Matute, Agyei, Pezzella; Mancosu; Alfageme (62′ Som), De Angelis (81′ Giannone). A disposizione di Romaniello: 12 Signoriello, 13 Guglielmo, 14 Varsi, 15 De Filippo, 16 De Marco, 17 Cesarano.

Note: 2′ di recupero primo tempo, 4′ di recupero secondo tempo.

Arbitro: Andrea Tardino di Milano.

Ammoniti: Garufo, Ferrario, Bonifazi, Russotto, Matute

Espulso: Bonifazi (secondo cartellino giallo)

 

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA