Atletica

Coppa Sant’Agata, sugli scudi la gelese Tasca e l’augustano Spinali

partenza (2)
4 feb 2017 - 18:59

CATANIA - Più di 200 atleti hanno partecipato alla seconda edizione della «Coppa S. Agata – Trofeo runcard», la manifestazione organizzata dall’Atletica Fortitudo Catania, con il patrocinio del Comune di Catania – Assessorato allo Sport, del Comitato per la Festa di Sant’Agata, del CONI Sicilia, la collaborazione tecnica della FIDAL – Comitato Provinciale di Catania e del G.G.G. Catania «Alfio Vittorio Pistritto».

Così scrive Michele Amato: «Una corsa che è storia e che da due anni a questa parte ha ripreso il suo cammino con la testa alta, con la voglia di guardare sempre avanti, senza mai dimenticare il passato». Sui 10 km (pari a dieci giri di 1 km ciascuno), con partenza e arrivo in via Vittorio Emanuele, davanti al Palazzo della Cultura, s’impone per il secondo anno consecutivo, tra due ali di folla entusiasta, Luigi Spinali (Atl. Augusta) in 32’44”, contro i 33’04” del 2016, su Alessandro Degasperi (Us Monte Baldo), 33’09” e Alessandro Vizzini (Monti Rossi Nicolosi), 33’11”. Nell’ordine d’arrivo seguono Luca Stagno, Piero Leone, Enrico Schiavino e settimo il mottese Antonino Recupero.

Al femminile netta la vittoria della diciottenne gelese Clara Tasca (Catania 2000), 39’40” il suo tempo, primato della corsa, ai posti d’onore Lucia Signorello (Atl. Fortitudo Catania), 41’32” e Laura Torre della Scuola di Atletica Leggera Catania (42’16”), che detta ancora legge a quasi 45 anni. Starter d’eccezione, Francesco Marano, presidente del Comitato per la Festa di Sant’Agata e direttore tecnico dell’evento, Pippo Leone, senza storia lo sviluppo della gara per il primo posto.

A Luigi Spinali, 25 anni il prossimo 2 maggio, non piace la compagnia e corre sulla falsariga del 2016, stacca i quattro compagni di fuga dopo la seconda tornata. Al terzo passaggio, l’augustano, allenato da Enrico Pafumi, conduce la danza con trenta metri di vantaggio sull’ironman trentino Degasperi. Un crescendo per Spinali, questi i suoi primi tre giri: 3’32”, 3’11” e 3’09” (il più veloce). La lotta per la seconda posizione prosegue a fasi alterne tra il miglior triathleta italiano, venuto a svernare alla Plaia per il suo training camp e il tenace Vizzini.

Felice ed emozionato Luigi Spinali al termine della gara vittoriosa: «Un percorso molto tecnico e abbastanza insidioso con continue curve e tratti in salita su basolato. È stato un pomeriggio strepitoso per me. La motivazione è stata forte, ero determinato a vincere per bissare il successo dello scorso anno. Dopo una prima fase di studio, ho preso l’iniziativa al terzo chilometro, ho cambiato passo e imposto il mio ritmo. È sempre una grande emozione correre per le vie del centro storico catanese in uno scenario adibito a festa per la Santa Patrona di Catania. Il mio prossimo obbiettivo sarà la mezza maratona di Malta il 5 marzo».

Il commento di Clara Tasca, uno dei gioielli del tecnico siracusano Massimo Bianca: «Questa vittoria la dedico alla mia società, la Catania 2000 di Paolo D’Antone ed Emanuele Biancarosa. Le distanze lunghe non sono il mio forte (primeggia nei 3000 m siepi, n.d.r.), ma mi sono destreggiata bene. Adesso punto ai Campionati italiani di cross a Gubbio».

Una vera festa per gli Amatori e tanti i “personaggi” da citare, come Gianfranco Belluomo (Puntese San Giovanni La Punta), argento SM55 nei 3000 m siepi ai Mondiali Master di Perth in Australia; il nostro “poeta”, Remigio Di Benedetto; Rosario Catania, entrato nel Guinness World Record, specialità Camminata Nordica, definita come Longest Marathon Nordic Walking, 70 ore consecutive il nuovo primato; la netina Luisa Risino che impiega il tempo massimo di 1.33’43” e reclama ancora l’ultimo giro da compiere…

teatro

 

Numerose le personalità intervenute, l’assessore regionale al Turismo e Sport, Antony Barbagallo; il vicepresidente della Fidal nazionale, col. Vincenzo Parrinello e quello della Fidal Sicilia, Davide Bandieramonte; il capo di gabinetto del sindaco, Beppe Spampinato; il presidente del Coni Sicilia, Sergio D’Antoni; l’assessora allo Sport del Comune di Catania, Valentina Scialfa; il consigliere regionale del Coni, Orazio Arancio; il Panathlon Club con Ignazio Russo; l’ex calciatore del Catania Calcio, Peppe Mascara; il nuovo Comitato della Fidal Catania con il presidente Giuseppe Sciuto, il vice, Giacinto Bitetti, Francesca Cavallaro, Mauro Biondi.

Michelangelo Granata

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA