Beach soccer

Coppa Italia, per la Domusbet Catania 5° posto… di rigore

IMG_0607
5 giu 2016 - 16:22

CATANIA - La voglia di non mollare, la voglia di essere sempre sul pezzo nonostante la delusione. Dopo aver battuto ieri Terracina in maniera netta, 6-1, ecco la finale di consolazione, per il 5° posto, contro Milano Bs. Due scuole d’eccellenza del beachsoccer nazionale, 15 titoli in campo nazionali conquistati tra rossazzurri e rossoneri, ma con la consapevolezza per Catania di aver dato tutto contro Viareggio ai quarti, di aver sprecato ma di non essere stata supportata dagli episodi tutti contro gli etnei.

La partenza di quelle da grande match, intensità, voglia, buon beach soccer e grinta da vendere: Milano va in vantaggio su un pallone perso da Maradona Jr, dove Grassi è bravo a bucare Del Mestre. Chiodi invece alza il muro della sua porta sulle conclusioni di Palazzolo, Madjer e Fred, mentre Gabriel non inquadra lo specchio a botta sicura. Vivacità e intensità anche nella ripresa dove Jordan fa tremare la traversa ed è sfortunato perché il pallone impatta fuori della porta, prima della stoccata di Dieguito Maradona che trova lo spazio giusto per il pareggio. La Domusbet Catania alza il ritmo ma Mancuso secondo portiere rossonero si fa trovare pronto sulle bombe di Madjer e Zurlo. A due minuti dal termine la giocata pregevole di Jordan apre la palombella morbida verso la testa di Fred che non può sbagliare e buca Mancuso per il 2-1 in favore della Domusbet Catania.

Terzo e decisivo tempo sempre stuzzicante con giocate del singolo ad esaltare lo spettacolo. Giocate come quella di Madjer che dalla distanza innesca il suo sinistro potente e preciso che batte Chiodi rientrato tra i pali. Quattro minuti più tardi però lo stesso Madjer non si capisce con Del Mestre in uscita e lo scaltro Be Martins riesce a beffare i due giocatori etnei firmando a porta vuota il 3-2. Girandola di cambi con la Domusbet Catania che cerca ogni tre minuti sempre forze fresche ed esplosività con Palazzolo, Platania, Fred e Maradona Jr. Ad uno dal termine però Milano trova la giocata buona ed Agosta lanciato da Be Martins in girata batte Del Mestre per il 3-3.

Lotteria dei rigori per decidere la quinta piazza, lotteria con percorso sicuro per la Domusbet Catania con capitan Platania, Maradona Jr e Corosiniti freddi e precisi, mentre Eudin si fa ipnotizzare da Del Mestre che vola sul palo di destra consegnando la vittoria al Catania.

Finisce cosi la Coppa Italia per la Domusbet Catania con un quinto posto ottenuto con la forza dei nervi nelle ultime due gare, con sicuramente amarezza per la finale mancata ma con la consapevolezza di avere ancora due obiettivi da poter centrare, Campionato e Supercoppa.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA