Cerimonie

Consegnate le borse di studio della VI edizione del progetto “Sport e legalità”

CATANIA 16/12/2015: SPORT E LEGALITA'
17 dic 2015 - 13:24

CATANIA - Si è svolta nella splendida cornice dell’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Catania, la Cerimonia di consegna delle borse di studio della VI edizione del progetto “Sport e legalità”.

A dare il benvenuto ai presenti il Prof. Ignazio Russo  seguito dal saluto del Prorettore Prof.ssa Alessandra Gentile, del Presidente del CUS Luca Di Mauro e dell’Assessore all’Urbanistica del Comune di Catania Rosario D’Agata in rappresentanza del Sindaco Bianco.

Erano presenti tutti i rappresentanti delle Forze Armate e Forze di Polizia coinvolte nel progetto: Base Aeromobili Guardia Costiera, Base elicotteri Maristaeli, Capitaneria di Porto Carabinieri, Corpo Forestale, Compartimento della Polizia Postale, Guardia di Finanza, Polizia Municipale di Catania, Vigili del fuoco, X Reparto Mobile P.S., 41° Stormo Aeronautica, 62° Reggimento Fanteria Sicilia Esercito. Inoltre la rappresentante dell’I.P.M. Bicocca.

Accanto a loro le scuole secondarie di 1° grado, con gli allievi premiati e i docenti.

CATANIA 16/12/2015: SPORT E LEGALITA'

Numerosa la presenza di coloro i quali hanno sostenuto il progetto con la donazione delle borse di studio quali: ADDUC, Ass. Progetto Aita, Azienda Agricola Baroni di Ramursura, BCC Regalbuto, CGIL Catania, Comune di Mascalucia, Comune di San Pietro Clarenza, C.D. CUS Catania, CUSI Sicilia, Famiglie Colonna, Latteri, Marcoccio e  Stazzone, Fondazione Falcone, Futurlab, Il Cantone del Faro, Kiwanis Club Etneo, Libertas nazionale, Lions Club Faro Biscari, Ordine dei Commercialisti Catania, Panathlon Club Catania, Sheraton Catania.

La manifestazione ha avuto inizio con due importanti messaggi di saluto e di apprezzamento del progetto, ricevuti da parte del Presidente del CONI Nazionale Giovanni Malagò e del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che sono stati letti dalle due atlete olimpioniche (atlete immagine del progetto) Anita Pistone e Maria Cocuzza e dall’attore Totò Borgese (uno dei protagonisti del film “La mafia uccide solo d’estate”).

Subito dopo sono stati consegnati i Trofei “Sport e legalità- F. Latteri” alla scuola Rodari/Nosengo di Gravina(1° classificata ), alla Vittorini di S.P. Clarenza (2° classificata) e alla Dusmet/Doria di Catania (3° classificata).

Il momento clou della cerimonia si è avuto con la consegna delle 34 borse di studio agli allievi delle scuole che hanno preso parte alla VI edizione del progetto, più una messa a disposizione per un allievo diversamente abile ed un’altra, in materiale sportivo, assegnata all’Istituto Penitenziario Minorile Bicocca con il quale, inoltre, recentemente è stato siglato un protocollo d’intesa.  Ecco i nomi degli allievi premiati: Di Bella Simone, Giramio Gabriele e Beharee Reema della “Calvino”, Luca Daniele, Dimitru Mariana, Rapisarda Manuele e Giovanni della “Coppola/De Sanctis”, Di Salvatore Alessia e Speranza Elvira della “Dante Aligheri”, Coco Giovanni, Strao Santo e Coco Lidia della “Dusmet/Doria”, Calanna Michele, Buttaccio Claudia e Busà Antonino della “Falcone/Verga”, Chaabi Bader Eddine, Gandolfo Desiree e Angemi Marco della “Fontanarossa”, Drago Diletta e Scalia Desirè del “Leonardo da Vinci” di Mascalucia, Bella Stefano e Attinà Roberto della “Maiorana”, Gangi Carmelo e Puglisi Francesco della “Pestalozzi”, Spataro Federico, Palermo Davide e Finocchiaro Alessia della “Rodari/Nosengo”, Sardo Giulia e Contarino Valentina della “San Giorgio”, Crisafulli Roberta, Mascali Dennis e Sottile Giuseppe della “Tempesta”, Franceschini Rita, Sciuto Antonino e Sasikaran Braveena della “Vittorini” , Blanco Massimiliano della “Fontanarossa” (CIP).

Gli insegnanti di educazione fisica delle scuole partecipanti al progetto hanno voluto dare un contributo con la lettura di un loro messaggio, ringraziando il CUS Catania del Presidente Luca Di Mauro, Ignazio Russo e Roberta Raffaele. Inoltre hanno evidenziato l’importanza del progetto, il loro impegno ed il piacere di vivere questa avventura da sette anni.

Si è conclusa quindi la sesta edizione del progetto, dedicata a Ferdinando Latteri, e si apre un nuovo ciclo di tre anni che porterà il nome di “Giovanni Falcone”.
A tal proposito, la prof.ssa Maria Falcone, che non è potuta essere presente alla manifestazione a causa di un incidente occorsole di recente, ha mandato un messaggio di saluto entrando quindi a far parte della “famiglia” di “Sport e legalità” sostenendo fortemente la VII edizione del progetto che ha appena avuto inizio con gli incontri informativi Militari/Scuole ed il torneo di calcetto.

Importanti novità per la nuova edizione sono un incontro sul bullismo, con la presenza di nomi importanti sul tema in oggetto, e la realizzazione di un cortometraggio, da parte della Ciclope Film e del giovane regista Francesco Di Mauro, che vedrà il coinvolgimento diretto degli allievi delle scuole e dei rappresentanti delle Forze Armate e delle Forze di Polizia.

La manifestazione si è conclusa tra gli applausi dei presenti dopo la lettura, da parte di una delle allieve vincitrici del “Premio legalità – G. Falcone” Anna Mezzofiore, di una frase emblematica di Giovanni Falcone, aprendo ufficialmente la VII edizione di “Sport e legalità”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento