Calcio

Catania con la testa altrove, non un bello spettacolo ad Agrigento

catania
28 ott 2015 - 17:15

AGRIGENTO - Un brutto Catania sconfitto di misura dall’Akragas allo stadio Esseneto nel primo turno eliminatorio di Coppa Italia Lega Pro. La squadra guidata da Legrottaglie riesce ad avere la meglio sui rossoazzurri nel contesto di una partita meglio giocata dai padroni di casa, parsi più motivati e reattivi sul rettangolo di gioco. Quasi svogliato, timido, rinunciatario ed impreciso il Catania, schierato secondo il consueto 4-3-3 con una formazione inedita.

Ampio turnover adottato da Pancaro, occasione non sfruttata adeguatamente da tanti giocatori poco o mai impiegati finora che avrebbero potuto mettersi in mostra. L’Akragas, in uno stadio semideserto, crea diverse occasioni per andare a segno ma trova sulla sua strada un Liverani sicuro a difesa dei pali. Al 57′, però, il portiere etneo nulla può sulla conclusione a giro di Leonetti, che scarica in rete sfruttando l’errato posizionamento della difesa catanese.

Soltanto 2-3 le chance fallite dal Catania nell’arco dei 90 minuti. Macroscopici errori sottoporta di Barisic e, nel finale, anche il neo entrato Russotto spreca una ghiotta opportunità. Bravo, nella circostanza, il portiere agrigentino Vono a neutralizzare il calcio di rigore generosamente concesso al Catania e battuto dall’ex giocatore della Salernitana. Giusto così, obiettivamente il pareggio non sarebbe stato meritato da un Catania probabilmente già con la testa rivolta al prossimo turno di campionato con la Juve Stabia.

AKRAGAS-CATANIA, TABELLINO PARTITA

Marcatore: 57′ Leonetti

AKRAGAS (4-3-3): Vono; Salandria, Marino, Lovric (75′ Aloi), Capuano; Vicente, Zibert, Mauri; Roghi (85′ Alfano), Leonetti, Cristaldi (71′ Fiore). A disp. di Legrottaglie: Lo Monaco, Madonia, Di Piazza, Contino, Blandi, Capraro.

CATANIA (4-3-3): Liverani; Parisi, Bastrini (59′ Ferrario), De Rossi, Bacchetti; Scarsella, Russo, Sessa (45′ Russotto); Di Grazia (57′ Calderini), Barisic, Rossetti. A disp. di Pancaro: Ficara, Bastianoni, Bergamelli, Pelagatti, Garufo, Agazzi, Lulli, Schisciano, Falcone.

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1.

Ammoniti: Cristaldi, Bastrini, Parisi, Ferrario, Calderini, Capuano, Vicente, Russotto, Vono

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento