Calcio

Catania, sorteggiato il calendario: ecco tutte le 19 giornate

image
11 ago 2016 - 19:21

CATANIA – Ci siamo: il calendario del Catania Calcio è completo. Oggi, nello scenario del teatro Regio di Parma, sono state sorteggiate le 19 giornate della prossima Lega Pro. A presentare il sorteggio dei calendari sono stati i giornalisti di Sportitalia Giorgia Crivello e Gabriele Schiavi.

Ecco il calendario dei rossazzurri, giornata per giornata.

1. Catania-Juve Stabia
2. Andria-Catania
3. Catania-Fondi
4. Reggina-Catania
5. Matera-Catania
6. Catania-Akragas
7. Taranto-Catania
8. Catania-Messina
9. Melfi-Catania
10. Catania-Lecce
11. Catania-Paganese
12. Foggia-Catania
13. Catania-Catanzaro
14. Virtus Francavilla-Catania
15. Catania-Vibonese
16. Cosenza-Catania
17. Catania-Monopoli
18. Siracusa-Catania
19. Catania-Casertana

Sarà dunque la Juve Stabia la prima avversaria di Rigoli (che ha anche allenato le vespe), un inizio difficile ma ‘facilitato’ dal pubblico del Massimino che potrà sostenere gli etnei per vincere questa prima sfida. Il primo derby contro l’Akragas alla sesta giornata, poi il Messina all’ottava e il Siracusa alla diciottesima. In mezzo ai derby, ecco l’acceso match contro il Taranto alla settima giornata. Il Catania, a prescindere, sarà obbligato a vincere già da subito, considerando che potrebbe esserci una penalità pesante da scontare, il -7 (per il caso Castro, che comunque il Catania proverà a risolvere per partire con solo un punto di penalizzazione).

Ecco le date cruciali di questo campionato: si partirà il 28 agosto, la novità assoluta invece è il boxing Day del 26 e del 30 dicembre. La regular season terminerà domenica 7 maggio 2017.

Date lega pro

Il commissario Can di Lega Pro, Danilo Giannoccaro, è intervenuto in merito al nucleo arbitrale che dovrà dirigere tutte le gare di campionato: “Lo scorso anno c’è stato un rapporto di collaborazione e spero che si continui con questo spirito. Buon campionato a tutti, ci sarà veramente tanta battaglia”. Così invece Marcello Nicchi, presidente nazionale Aia: “L’Aia investe molto in Lega Pro. Riteniamo che sia il serbatoio più importante per far crescere gli arbitri, loro sostituiranno gli arbitri di Serie A. Sono ragazzi bravi, educati e molto preparati”.

È intervenuto anche il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina. Ecco le sue battute più importanti: “Le 60 squadre sono un risultato significativo, c’era dello scetticismo ma adesso siamo chiamati ad un grande senso di responsabilità. Vogliamo andare nei luoghi dove le società operano e vogliamo toccare con mano le nostre splendide realtà, ringrazio tutte le società presenti e anche grazie per quello che stanno facendo, un benvenuto alle società nuovamente ammesse che sono società serie ed affidabili. Ci serve l’innovazione per attivare il cambiamento, che dev’essere fondato sulla consapevolezza che abbiamo limiti e vincoli, facciamo parte di un sistema complesso ma la Lega Pro ha capito che le disuguaglianze che ci sono devono essere riavvicinate. È l’inizio di un progetto comune e di rinnovamento“.

Piccolissima curiosità: adesso non sarà soltanto “Lega Pro”, ma “Lega Pro per Unicef”. La lega di Gabriele Gravina e l’Unicef hanno infatti stipulato un accordo di partnership. Anche il sito del campionato di terza serie è stato totalmente rivoluzionato.Lega Pro

Infine, una notizia dell’ultimora sul mercato rossazzurro: il giovane attaccante Rossetti è stato ceduto in prestito alla Vibonese.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA