Calcio

Catania, sonora sconfitta a Foggia. Moriero non convince nelle scelte

7
4 apr 2016 - 23:27

FOGGIA - Notte fonda per il Catania. Il Foggia cala il tris allo stadio Pino Zaccheria, sconfitta meritata per i rossoazzurri che oppongono una modesta resistenza all’avversario, molto più brillante e capace di esprimere un gioco propositivo ed efficace. Moriero e De Zerbi si affidano al 4-2-3-1, con il tecnico del Catania che preferisce schierare difensori con prevalenti caratteristiche di contenimento sulle corsie laterali, Pelagatti e Bergamelli. Scelta rivelatasi poco felice nell’economia della gara.

Al 13′ un’azione viziata da fallo netto su Di Cecco non fischiato dall’arbitro porta all’1-0. Sarno conclude sulla traversa, la palla rimbalza nell’area di rigore, Liverani si fa trovare impreparato e Floriano devia in rete. Catania che, nel primo tempo, eccezion fatta per questo episodio si difende con ordine ma è troppo rinunciatario. Così i padroni di casa costruiscono varie occasioni con Loiacono, Chiricò, Agnelli e Vacca. Poco prima dell’intervallo è ancora Chiricò a rendersi pericoloso ma Liverani respinge. 

Nella ripresa Moriero inserisce Musacci al posto di un evanescente Lupoli e passa al 4-3-3. Il Catania, finalmente, effettua due tiri: il primo con Falcone che calcia al volo, il secondo con un rasoterra di Russotto parato senza affanni da Narciso. Per il resto, solo Foggia in campo. Iemmello va vicino al raddoppio al minuto 57 con un tiro che sfiora il palo. Al 73′ lo stesso bomber rossonero non sbaglia: Chiricò ruba palla ad un ingenuo Musacci, contropiede fulmineo e passaggio illuminante per Iemmello, il quale corre verso l’area di rigore e batte Liverani.

Nei minuti successivi un delizioso pallonetto di Agnelli consente al Foggia di calare il tris, ma Liverani è fuori dai pali e si fa sorprendere. Continua a spingere il Foggia, sfiorando in tre circostanze il quarto gol. Il Catania non c’è più e, in balia degli avversari, allo scadere del terzo minuto di recupero esce a testa bassa dal rettangolo di gioco. Entusiasmo comprensibile, invece, in casa Foggia per una vittoria che alimenta le speranze playoff.

FOGGIA-CATANIA, TABELLINO PARTITA:

Marcatori: 13′ Floriano, 73′ Iemmello, 79′ Agnelli

FOGGIA (4-2-3-1): 1 Narciso; 2 Loiacono, 5 Coletti, 6 Gigliotti, 3 Di Chiara; 4 Agnelli, 8 Vacca; 7 Chiricò (78′ Riverola), 10 Sarno (66′ Sainz-Maza), Floriano 11 (53′ Gerbo); 9 Iemmello. A disposizione di De Zerbi: 12 Micale, 13 Lauriola, 14 Agostinone, 16 Quinto, 17 Lodesani, 18 Arcidiacono, 22 De Gennaro.

CATANIA (4-2-3-1): 1 Liverani; 2 Pelagatti (62′ Garufo), 5 Ferrario, 3 Bastrini, 6 Bergamelli (78′ Nunzella); 8 Castiglia, 4 Di Cecco; 7 Falcone, 10 Russotto, 11 Calderini; 9 Lupoli (45′ Musacci). A disposizione di Moriero: 12 Bastianoni, 16 Agazzi, 17 Pessina, 18 Felleca, 19 Gulin.

Note: 0′ di recupero primo tempo, 3′ di recupero secondo tempo.

Arbitro: Antonio Giua di Pisa.

Assistenti di linea: Marco Bresmes (Bergamo) e Francesco Oliviero (Ercolano).

Ammoniti: Lupoli, Coletti, Gigliotti, Bergamelli, Musacci

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA