Calcio

Catania, Rigoli: “Non cerchiamo alibi, Juve Stabia ben organizzata ma noi siamo forti”

rigoli
26 ago 2016 - 17:44

CATANIA - Sorride il tecnico del Catania Pino Rigoli, in vista dell’atteso esordio in campionato con la Juve Stabia allo stadio Angelo Massimino. L’allenatore rossoazzurro, infatti, avrà l’intera rosa a disposizione. “Confermo che sono tutti disponibili tranne lo squalificato Bucolo. Anche Bergamelli dovrebbe essere disponibile, si allena da una settimana svolgendo lavoro a parte. Sono contento che sia rimasto a Catania, fa parte del progetto. Siamo una squadra forte, possiamo adottare tante soluzioni tattiche, le nostre potenzialità sono rilevanti. Ho la fortuna di disporre di una batteria di attaccanti notevoli. Calil, Russotto e Paolucci sono in grado di produrre tante occasioni da gol, ma anche le altre punte presenti in organico fanno la differenza. Io devo cercare di trarre il massimo da questi ragazzi. Le prime uscite stagionali confermano che siamo in netta crescita”.

Contro la Juve Stabia il Catania opporrà certamente un centrocampo a tre. “Abbiamo basato il lavoro in queste settimane principalmente con questa disposizione tattica. Questo non esclude la possibilità che possa adottare in determinate occasioni anche una composizione tattica con due centrocampisti. L’ingaggio di Fornito completa un reparto ben assortito”. 

Relativamente alla penalizzazione inflitta a seguito del ‘Caso Castro’, Rigoli non cerca alibi. Inoltre il tecnico rossoazzurro non chiede nulla ai tifosi. “La penalizzazione non deve minimamente essere un alibi per noi. Ai tifosi non chiedo niente. Dobbiamo trascinare il pubblico dalla nostra parte e dipende solo da noi. Il Catania deve dare le risposte attese dopo le note vicende che hanno caratterizzato le ultime annate”.

Ostacolo duro, per il Catania, la Juve Stabia. Ne è consapevole Rigoli che, in passato, ha allenato per un breve periodo di tempo proprio le Vespe. “La Juve Stabia ha alcune individualità importanti, sono molto ben organizzati dal punto di vista tattico. Sicuramente verranno a Catania giocando al massimo delle loro possibilità, hanno dichiarato che scenderanno in campo per vincere ma concentriamoci su noi stessi. Ho vissuto una brevissima esperienza a Castellammare ed ho ancora tanti amici lì, però io adesso siedo sulla panchina rossoazzurra e penso a fare del mio meglio per il Catania. Si rivelerà fondamentale la componente tecnico-tattica”.

Rigoli si sofferma anche sul recente ingaggio di De Santis e le individualità di Nava“Mi soddisfa l’ingaggio di De Santis, un ragazzo che mi ha impressionato veramente tanto in questi primi giorni di allenamento. Ho abbondanza nelle scelte in difesa, questo rappresenta un vantaggio. Non certamente un problema. Anche Nava è un buon giocatore. Forse ha fatto meglio a Siracusa ed è andato un pò in difficoltà nel match vinto con l’Akragas perchè il diretto avversario possedeva determinate caratteristiche fisiche, ma puntiamo parecchio su di lui”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA