Calcio

Catania, presentazione Bombagi e Pessina. Pitino apre le porte ai tifosi

sala stampa
9 feb 2016 - 14:15

CATANIA - Conferenza stampa di presentazione dei neo acquisti rossoazzurri Francesco Bombagi e Matteo Pessina a Torre del Grifo. Figura in Sala Stampa anche il Direttore Sportivo Marcello Pitino, che si sofferma sulla brutta sconfitta di Ischia. “Questi ragazzi sanno perfettamente l’importanza di dare sempre il massimo per i colori rossoazzurri. Non cerco alibi per la prestazione di domenica, ma nei giorni che precedevano la gara di Ischia era saltata fuori la notizia di una nuova presunta possibilità di penalizzazione. Va detto che i ragazzi erano preoccupati, si era acceso un allarme rosso”.

Pitino, poi, motiva le difficoltà incontrate dal Catania e parla del futuro del club. “Le nostre valutazioni tecniche sono sempre state orientate alla costruzione di una squadra forte nel tempo. In questa fase della stagione tutti ci conosciamo e diventa più complicato il percorso, a maggior ragione quando in panchina non hai molte soluzioni alternative a causa di infortuni di non pochi giocatori importanti. Sul futuro del club, a seguito delle vicende giudiziarie di Pulvirenti, dico che non sappiamo come stanno le cose ma, finora, abbiamo rispettato l’impegno di sgravare la società di quei contratti che potevano essere pericolosi per la salute del Calcio Catania”.

Questa settimana (mercoledì ore 15.00, ndr) il Catania si allenerà a porte aperte a Torre del Grifo, inoltre Pitino rimarca l’attenzione su due calciatori mai impiegati in questo campionato, Juan Ramos e Gonzalo Piermarteri. “Vorremmo allenarci a porte aperte anche allo stadio Angelo Massimino ma servono le autorizzazioni necessarie. Intanto domani apriremo le porte ai tifosi per assistere agli allenamenti a Torre del Grifo. Su Piermarteri, dico che il ragazzo è andato via prima delle vacanze natalizie e non abbiamo più notizie. Troveremo una soluzione per risolvere il problema. Ramos è stato supervalutato e non rientra nei nostri progetti”.

Oltre al dirigente etneo, prendono la parola Bombagi e Pessina che manifestano tutto il proprio entusiasmo per avere accettato il trasferimento a Catania. Bombagi assicura che “alla chiamata del Catania non ho esitato a dire sì. In più ritrovo con piacere mister Pancaro. In questa stagione ho segnato ai rossoazzurri quando indossavo la casacca della Juve Stabia. Col senno di poi, quel gol non lo avrei mai voluto realizzare ma è stato un momento bellissimo per me, che venivo da un periodo grigio. Preferisco ricoprire il ruolo di mezzala, già a Castellammare il Catania mi fece una buona impressione. Forse questa settimana mi allenerò con il gruppo dopo avere riportato un infortunio non grave”.

Pessina, invece, sottolinea che il Catania “è una grande piazza, un grande club e rappresenta un sogno per me essere qui. L’organico è buono, la squadra ha idee ed una precisa identità, me ne accorsi già a Lecce da avversario dei rossoazzurri. Voglio dare il mio contributo, crescere e ripagare nel migliore dei modi la fiducia. Preferisco giocare da mezzala, ruolo attraverso cui nella passata stagione ho segnato tanti gol tra le fila del Monza. Sono soddisfatto del mio esordio ad Ischia, felice di avere già avuto la possibilità di scendere in campo. Sabato affrontiamo il Lecce, squadra che mi ha aiutato nel processo di crescita, ma adesso sono interamente concentrato a fare bene in Sicilia”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA