Calcio

Catania: Pitino presenta Lulli, Russo e Nunzella a Torre del Grifo

newsicilia catania
2 set 2015 - 12:37

CATANIA - Quest’oggi il Direttore Sportivo Marcello Pitino ha presentato altri tre neoacquisti rossoazzurri: Luca Lulli, Giuseppe Russo e Leonardo Nunzella. Giocatori fortemente voluti dal dirigente del Catania, “per un discorso di natura tecnica ma anche morale”. “Soprattutto Giuseppe - dice - Ha avuto una voglia incredibile di giocare per la squadra della sua città, sarà una pedina preziosa per il gruppo. Lulli, invece, possiede margini di crescita importanti ed è un vincente. Anche Nunzella può darci una grossa mano”.

Pitino si è anche soffermato su altre trattative di mercato portate a termine ed eventuali ulteriori movimenti in entrata ed uscita nei prossimi giorni. “Abbiamo ceduto alla Salernitana giocatori importanti, traendone un vantaggio economico, ma da Salerno sono anche approdati ai piedi dell’Etna calciatori di rilievo. Odjer e Frison sono rientrati nella trattativa imbastita recentemente con i granata per arrivare a Calil e Russotto nel primo caso, Liverani nel secondo. Il più è stato fatto, volevamo sfoltire la rosa e ci siamo riusciti. Resta ancora qualcosa da perfezionare. Ad esempio sul portiere daremmo fiducia a Terracciano, tecnicamente un valore aggiunto, ma solo se anche moralmente ci può dare una mano. In caso di dubbi o perplessità lascia Catania. Paolucci e Pesoli sono giocatori che stiamo valutando, come altri”.

Sugli obiettivi del Catania, Pitino ritiene che “prima di tutto bisogna conservare la categoria, poi vedremo cosa succederà lungo il percorso. Partiamo da 9 punti di penalizzazione, ma vedremo cosa accadrà entro dicembre in ambito giudiziario dopo il ricorso presentato al Collegio di Garanzia del Coni”.

Spazio anche alle parole dei neoacquisti. Lulli è felice di avere sposato il progetto Catania. “Remando tutti nella medesima direzione potremo fare bene, il gruppo è unito, lavora sodo ed è ‘affamato’. Vengo da un campionato vinto a Teramo compiendo un autentico miracolo, ma anche da una stagione caratterizzata, a livello personale, da problemi fisici. Ora sto bene e sono entusiasta di essere venuto in una piazza così importante, da Serie A, con un pubblico caloroso”.

Entusiasmo a parte per Giuseppe Russo, catanese doc orgoglioso di vestire la maglia rossoazzurra. “Da catanese ci tenevo tantissimo a giocare con il Catania. Non viviamo una situazione facile ma possiamo e dobbiamo compattarci tutti perché ci sono le premesse per una stagione di soddisfazioni. Sarà un campionato difficile ma questo non deve ostacolarci. Noi giocatori per primi dobbiamo trascinare il pubblico dalla nostra parte. Sarebbe motivo d’orgoglio per me indossare la fascia di capitano, ma il mio obiettivo principale era giocare tra le fila del Catania e l’ho raggiunto. Mi piacerebbe essere un leader abbastanza silenzioso nello spogliatoio, sto cercando di fare capire a tutti quanto sia importante indossare la maglia rossoazzurra. È il massimo per me giocare nella squadra della mia città e per cui tifiamo io, la mia famiglia ed i miei amici. Contro il Cesena ho provato un’emozione indescrivibile, unica”.

Leonardo Nunzella, invece, sottolinea di essere rimasto particolarmente colpito dal tecnico Giuseppe Pancaro. “Da un ex terzino come lui non posso che trarre preziosi vantaggi. A me piace tanto spingere sulla fascia ed il mister ha una filosofia molto propositiva, inoltre mi ha colpito per l’aspetto umano. Spero di dare una mano. Sono contento di avere scelto la piazza di Catania, ora stringiamo i tempi e cerchiamo di arrivare nelle migliori condizioni possibili al più presto, continuando a lavorare bene durante gli allenamenti”.

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento