Calcio

Catania, Piscitella non basta. Solo un pari a Reggio

4
14 set 2016 - 19:01

REGGIO CALABRIA - Il Catania rinvia ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria esterna di questo campionato di Lega Pro. Solo un pareggio allo stadio “Oreste Granillo” contro la Reggina. Partita sostanzialmente equilibrata che i rossoazzurri, senza correre particolari rischi, stavano vincendo con merito gestendo il prezioso vantaggio di Piscitella.

Poi, nella ripresa, dal palo di Russotto che avrebbe potuto significare il 2-0 si è arrivati all’1-1 siglato dal neo entrato Bangu. Il centrocampista si è inserito in area beffando la difesa catanese, impreparata nella circostanza. Nel finale il Catania ha provato a riversarsi nell’area di rigore amaranto sfiorando il nuovo vantaggio con Fornito ma, al termine dei quattro minuti di recupero, non c’è stato più tempo per vincere.

Nemmeno l’ingresso in campo del brasiliano Calil ha prodotto effetti significativi. Ne é venuto fuori un pareggio con l’amaro in bocca per la formazione etnea che, adesso, si porta a -1 in classifica. Prossimo impegno stagionale con il Matera, avversario in terra lucana. Sarà un match dal coefficiente di difficoltà ancora più elevato contro una delle formazioni più attrezzate del torneo.

REGGINA – CATANIA, TABELLINO PARTITA

MARCATORI: 28′ Piscitella, 78′ Bangu

REGGINA (4-3-3): 1 Sala; 18 Cane, 5 Gianola, 15 Kosnic, 24 Possenti; 8 Knudsen (64′ 21 Bangu), 14 Botta (73′ 23 Romanò), 6 De Francesco; 10 Oggiano (79′ 27 Tommasone), 9 Coralli, 17 Porcino. A disp. di Karel Zeman: 12 Licastro, 2 Maesano, 3 Baccellieri, 4 De Bode, 7 Carpentieri, 11 Tripicchio, 13 Lo, 16 Cucinotti, 26 Mazzone.

CATANIA (4-3-3): 12 Pisseri; 2 Nava, 6 Drausio, 16 Bastrini, 20 Djordjevic; 27 Biagianti, 5 Scoppa (85′ 7 Calil), 21 Fornito; 14 Piscitella (71′ 24 Di Cecco), 9 Paolucci, 10 Russotto (63′ 23 Di Grazia). A disp. di Pino Rigoli: 1 Martinez, 8 Silva, 13 De Santis, 15 Mbodj, 19 Anastasi, 25 Sessa.

NOTE: 2′ di recupero primo tempo, 4′ di recupero secondo tempo.

AMMONITI: Drausio, Scoppa, Bangu, Calil.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA