Calcio

Catania, Paolucci non basta per vincere. Pareggio e incidenti

9
13 ago 2016 - 19:52

SIRACUSA - Arrivato l’atteso esordio stagionale per il Catania. Allo stadio Nicola De Simone, il derby di Sicilia con il Siracusa, primo turno di Coppa Italia Lega Pro, si conclude 1-1.

Purtroppo la gara è stata caratterizzata da violenti scontri fra le due tifoserie, a fatica sedati dalle forze dell’ordine. Si registra purtroppo il ferimento di uno steward, colpito all’occhio da una pietra lanciata dagli spalti. Da segnalare ancora che a fine gara un pullman di tifosi del Catania è stato preso a sassate dai tifosi aretusei.

Ma parliamo della partita. Rossoazzurri belli a metà. Primo tempo abbastanza convincente, ripresa prevalentemente di marca aretusea. Risultato sostanzialmente giusto nel complesso.

È del Siracusa la prima vera occasione dell’incontro con un colpo di testa di Talamo bloccato da Pisseri. Risponde il Catania con una velenosa conclusione di Russotto sugli sviluppi di un calcio di punizione. Quando spingono i rossoazzurri danno l’impressione di potere fare male alla retroguardia aretusea. In una delle varie sortite offensive effettuata, il Catania passa in vantaggio. Piscitella semina il panico nell’area di rigore avversaria, effettua un pallonetto che mette in difficoltà Santurro, quest’ultimo non trattiene e Paolucci deposita il pallone in fondo al sacco. Il Catania controlla agevolmente il risultato fino alla fine del primo tempo.

Nella ripresa invece cresce il Siracusa, sceso in campo decisamente con un altro piglio. La velocità di Valente, gli inserimenti di Talamo e la grinta dell’ex Baiocco in mezzo al campo rappresentano delle armi ad alto potenziale che creano non pochi problemi alla squadra di Rigoli. In un paio di circostanze Spinelli mette i brividi a Pisseri. Talamo e Valente costruiscono altri presupposti interessanti nell’area di rigore etnea. Continua a spingere la squadra aretusea, che viene premiata con la concessione di un calcio di rigore apparso generoso al minuto 67. Catania s’incarica della battuta, spiazza il portiere e realizza. Il “De Simone” esplode di gioia ed incita a più non posso i propri beniamini alla ricerca del gol vittoria.

Il Catania si risveglia solamente in due occasioni con i neo entrati Di Grazia e Calil. Soprattutto a quest’ultimo capita una ghiotta opportunità su assist di Barisic, peccato per il brasiliano che il suo colpo di testa da posizione favorevole finisca fuori. Un Siracusa molto generoso e determinato non si lascia impressionare e, nel finale, si riversa nuovamente in avanti alla ricerca del 2-1. Pisseri corre qualche rischio a difesa dei pali ma il risultato non cambia. Parte con un pareggio la stagione del Catania, mentre il Siracusa riscatta parzialmente la brutta sconfitta di Agrigento.

SIRACUSA-CATANIA, TABELLINO PARTITA

Marcatori: 31′ Paolucci, 67′ Catania (rig.)

SIRACUSA (4-3-3): 1 Santurro; 2 Brumat (85′ Degrassi), 5 Orefice, 6 Giordano, 3 Dentice; 4 Baiocco, 8 Spinelli; 11 Dezai (65′ Catania), 10 Palermo, 7 Valente; 9 Talamo (75′ Savanarola). A disp. di Andrea Sottil: 12 D’Alessandro, 13 Santamaria, 15 Milizia, 16 Marullo, 18 Samb, 20 Fella.

CATANIA (4-3-1-2): 1 Pisseri; 2 Russo, 6 Mbodj, 5 Bastrini, 3 Nava; 8 Di Cecco (81′ Barisic), 4 Scoppa, 7 Biagianti; 10 Russotto, 9 Paolucci (85′ Calil), 11 Piscitella (65′ Di Grazia). A disposizione di Pino Rigoli: 12 Matosevic, 13 Longo, 14 Di Stefano, 15 Sessa, 17 Anastasi.

Note: 1′ di recupero primo tempo, 4′ di recupero secondo tempo.

Arbitro: Luigi Pillitteri della sezione di Palermo.

Assistenti di linea: Alessandro D’Annibale di Marsala e Matteo Guddo di Palermo.

Ammoniti: Palermo, Bastrini, Spinelli, Biagianti, Valente

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA