Calcio

Catania, Pancaro: “Pressione va gestita, torneremo quelli di prima”

pancarogiuseppe
18 dic 2015 - 12:44

CATANIA - Mister Giuseppe Pancaro analizza i principali temi che riguardano la formazione rossoazzurra, alla vigilia del confronto casalingo con la Paganese. Il tecnico del Catania è fiducioso in vista dell’ultima gara ufficiale del 2015. “Conosco i miei giocatori e mi fido di loro. Vogliamo vincere questa partita, avvertiamo un pò la pressione ma dovremo saperla gestire, incanalandola verso la giusta direzione. Affronteremo la Paganese, avversario da tenere in grande considerazione, che merita rispetto, ma pensiamo a noi stessi”.

Pancaro fa il punto della situazione legata all’infermeria. “Calil e Calderini sono pienamente a disposizione, mentre Castiglia è convocato ma non ancora nelle condizioni migliori. Ferrario non si è allenato per tutta la settimana, causa piccolo affaticamento, ma è disponibile. Plasmati sta meglio, lavora con tanta generosità. Alla lunga ci darà un grosso contributo”. 

Secondo il tecnico, il Catania paga gli episodi ed i tanti infortuni subiti. “Secondo me abbiamo pagato soprattutto gli infortuni in ruoli importanti, che non sono stati pochi. Se il Catania ha preso più gol del consueto nell’ultimo periodo, lo si deve attribuire ad episodi sfortunati. Singolarmente ho la fortuna di avere a disposizione difensori molto forti e, come squadra, facciamo un ottimo lavoro in fase di non possesso. Poi bisogna dire che siamo il Catania, qualsiasi avversario disputa la partita della vita con noi e non ha niente da perdere”.

Il Catania avverte la pressione, ma Pancaro è ottimista. “La pressione dovremo saperla gestire, facendo il massimo per battere la Paganese. Oggi che abbiamo recuperato quasi tutti i giocatori, torneremo sicuramente a fare quello che facevamo prima. Già a Melfi, a lunghi tratti, si è rivisto quello che solitamente sviluppiamo. La pausa natalizia servirà per svolgere un lavoro che non abbiamo potuto fare in estate”.

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento