Calcio

Catania, Pancaro: “Giochiamo sempre per vincere, capisco i tifosi ma…”

Il Catania riparte da Giuseppe Pancaro in Lega Pro
3 feb 2016 - 18:13

CATANIA - Prima della partenza per la Campania, l’allenatore rossoazzurro Giuseppe Pancaro interviene in Sala Stampa a Torre del Grifo speranzoso di fare bottino pieno contro l’Ischia. “Sappiamo che non ci attende una gara facile. Spetterà a noi, semmai, semplificarla attraverso il giusto approccio e la cattiveria ideale. L’Ischia darà sicuramente battaglia davanti ai propri tifosi, anche perché in questa fase del campionato i punti pesano. Pur nel rispetto degli ischitani, noi non abbiamo alternative alla vittoria per staccarci dalla zona a rischio. Giochiamo sempre per vincere come dimostrato dall’inizio del campionato ad oggi, senza mai accontentarci del pareggio”.

Breve considerazione sui movimenti di mercato effettuati dalla società dell’Elefante. “Concordo in pieno con le scelte societarie. La squadra era già forte, pertanto non occorreva rivoluzionare la rosa. Sono stati effettuati alcuni innesti e chi necessitava di giocare con maggiore continuità è partito, anche se dispiace. Sono arrivati due giovani interessanti come Felleca e Gulin, a cui non bisogna mettere grosse pressioni perché necessitano di tempo per ambientarsi. Lupoli è un calciatore molto forte che a Catania potrà ricoprire il ruolo di esterno offensivo destro o punta centrale”.

A proposito delle cessioni, hanno fatto discutere le dichiarazioni di Giuseppe Russo che ha salutato Catania con qualche polemica. “Non ho alcun problema con Giuseppe. Io parlo sempre con onestà e correttezza. Ci siamo salutati tranquillamente, merita di giocare di più altrove. Mi sono lasciato molto bene con lui”.

Pancaro fa un passo indietro e commenta la prestazione offerta con il Matera, unitamente ai fischi dei tifosi a fine gara. “Contro un avversario che godeva di buona salute è arrivata una prestazione che considero molto soddisfacente. Per quanto riguarda l’atteggiamento dei tifosi a me dispiace, ma non mi permetto di giudicarli perché capisco la loro delusione ed amarezza, so quello che hanno passato. Da parte nostra non dobbiamo fare altro che continuare a dare il massimo per il bene del Catania, cercando di dare soddisfazioni alla tifoseria”.

Ancora una volta spazio al 4-3-3 dal primo minuto contro l’Ischia. Su questo Pancaro non ha alcun dubbio. “Non vedo la necessità di cambiare un sistema di gioco che, finora, ci ha fornito certezze. Magari a partita in corso si può ricorrere al 4-2-3-1, ma il Catania si esprime al meglio attraverso il 4-3-3. Sulla formazione da opporre all’avversario ischitano non ho ancora deciso. I nuovi acquisti, inoltre, si sono allenati solo oggi. Valuterò chi fare giocare”.

Calil e Plasmati possono coesistere? Affermativa la risposta del mister. “Calil può tranquillamente giocare anche da esterno d’attacco, ha dimostrato di saperlo fare molto bene. Plasmati ha caratteristiche diverse rispetto a Calil. Dispiace che adesso sia fuori per infortunio, anche perché Gianvito stava bene, adesso lo perderemo per un pò di tempo”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA