Calcio

Catania, pagelle. Pioggia d’insufficienze a Lanciano

20150117_170041
17 gen 2015 - 19:19

LANCIANO - Prestazione imbarazzante allo stadio Guido Biondi. Prova assai negativa fornita dall’intero collettivo rossoazzurro, con rare eccezioni. Newsicilia.it attribuisce i voti al Catania sceso in campo contro il Lanciano “bacchettando” la maggioranza dei giocatori. Soprattutto i più rappresentativi della squadra dell’Elefante.

Pietro Terracciano 6+: Poche responsabilità sui gol subiti a Lanciano. Ha il merito di evitare un passivo più consistente in più di una circostanza.

Nicola Belmonte 5: Non spinge quasi mai sulla fascia destra, soffre la spinta offensiva del Lanciano sia quando giostra da terzino che venendo schierato in posizione centrale, a seguito dell’infortunio di Spolli. Male la prima.

Gaston Sauro 4: Con la testa tra le nuvole il difensore argentino. L’attacco rossonero lo ridicolizza a più riprese. Gravissima la disattenzione che consente al Lanciano di segnare il gol del momentaneo 2-0. Il sorriso di D’Aversa nella circostanza dice tutto. Prova disastrosa.

Nicolas Spolli 4.5: Fa un pò meglio del compagno di reparto, ma anche lui sembra con la testa altrove. Irriconoscibile il difensore argentino, lontanissimo parente del giocatore apprezzato in passato.

Ciro Capuano 4.5: Quando il Catania ricerca un uomo in più sull’out sinistro in fase di costruzione della manovra, spesso trova il vuoto. Capuano ha il compito prevalente di difendere, ma lo fa con risultati tutt’altro che lusinghieri.

Manuel Coppola 5: A centrocampo fa il compitino, poi Marcolin lo colloca sulla corsia di destra affidandogli soprattutto compiti di copertura ma il risultato non è dei migliori.

Fabian Rinaudo 4.5: Parte bene, giocando con grinta e personalità. Poi comincia ad andare in confusione perdendo le redini del centrocampo e rischiando l’ennesima espulsione.

Sergio Almiron  4.5: Prova a rendersi pericoloso in un paio di circostanze ma è decisamente lento e macchinoso.

Michal Chrapek 4: Idee  offuscate. In una circostanza duetta bene con Calaiò costruendo un’azione pregevole, per il resto non trova mai il giusto posizionamento, perde banalmente una lunga serie di palloni e sbaglia tanti, troppi passaggi.

Riccardo Maniero 5-: Parte con le giuste intenzioni, con il passare dei minuti si spegne venendo costantemente anticipato dalla difesa rossonera.

Emanuele Calaiò 4.5: Cerca l’intesa con Maniero ma fatica anche lui a rendersi pericoloso. Scarsa l’assistenza dei compagni e lui fa ben poco per provare a cambiare l’inerzia della partita. Clamoroso errore sottoporta a pochi minuti dal 90′, sbagliando a tu per tu con il portiere.

Gonzalo Escalante 4: Chi l’ha visto? Un fantasma sul rettangolo di gioco. Il ragazzo si è smarrito nelle ultime partite. A Lanciano la sua peggiore prestazione in maglia rossoazzurra.

Alessandro Rosina 5.5: Prova a scuotere il Catania entrando nella ripresa, la volontà c’è ma i compagni non lo seguono come dovrebbero.

Edgar Cani 5.5: Suoi gli unici tiri del Catania effettuati nello specchio della porta (se così si possono definire). L’attaccante albanese non incide ma, quantomeno, gioca con generosità e spirito di sacrificio a differenza di molti compagni.

 

 

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento