Calcio

Catania, pagelle: Liverani c’è, Agazzi mette ordine. Calil ombra di se stesso

14
30 apr 2016 - 20:47

PAGANI - Al termine della partita pareggiata con la Paganese in trasferta, Newsicilia.it attribuisce i voti al Catania.

Luca Liverani 6.5: attento a difesa dei pali, effettua un paio d’interventi degni di nota.

Carlo Pelagatti 4: prestazione tutt’altro che da incorniciare. Sulla corsia difensiva destra si perde spesso Cicerelli, soffre molto la spinta avversaria e, nel finale, rimedia un’espulsione per proteste assolutamente inutile.

Dario Bergamelli 6: nervoso, non sempre efficace ma, tutto sommato, regge.

Alessandro Bastrini 6: poche sbavature al centro della difesa.

Leonardo Nunzella 5: meglio nel primo tempo, s’innervosisce nella ripresa perdendo lucidità e commettendo anche errori piuttosto banali.

Domenico Di Cecco 5.5: lotta nel primo tempo, in debito d’ossigeno nella ripresa soffrendo la pressione e l’intensità della Paganese in mezzo al campo.

Ivan Castiglia 5.5: non sempre impeccabile nelle chiusure e nell’innescare le ripartenze.

Elio Calderini 4: un fantasma sul rettangolo di gioco.

Andrea Russotto 5.5: vivacizza a sprazzi con le sue accelerazioni un reparto offensivo decisamente lento e prevedibile. 

Caetano Calil 4.5: sembra quasi nascondersi negli ultimi metri. Dov’è finito il bomber apprezzato nella prima metà del campionato? È l’ombra di se stesso.

Gianvito Plasmati 5: c’era curiosità per vederlo all’opera dal primo minuto giocando insieme con Calil. Effettua qualche sponda utile per i compagni e nulla di più. Colpisce il palo nel primo tempo, non sfruttando adeguatamente una goffa uscita del giovane portiere paganese.

Arturo Lupoli 4.5: Moriero lo mette dentro nel secondo tempo, c’è ma non si vede.

Francesco Bombagi 5: subentra nella ripresa facendo da collante tra centrocampo ed attacco, si rivela un pesce fuor d’acqua.

Davide Agazzi 6: mette un pò d’ordine in un centrocampo confusionario e privo di idee.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA