Calcio

Catania, pagelle: Bastianoni fa quel che può, male tutti

SDC13620
5 dic 2015 - 18:03

CATANIA - Un Catania troppo brutto per essere vero. Dopo la vittoria di Rieti, i rossoazzurri crollano tra le mura amiche al cospetto del Benevento. Newsicilia.it attribuisce i voti ai rossoazzurri, al termine del match perso con il risultato di 3-1.

Elia Bastianoni 6: nulla può sull’eurogol di Ciciretti. Effettua alcune parate di rilievo ma, purtroppo per il Catania, si rilevano ininfluenti nell’economia della gara.

Desiderio Garufo 5: spinge poco sulla fascia destra, commette qualche sbavatura dietro.

Stefano Ferrario 5: soffre la spinta beneventana per vie centrali. Torna in campo rilevando un Pelagatti in non perfette condizioni fisiche.

Dario Bergamelli 4.5; probabilmente la sua peggiore performance stagionale. È piuttosto insolito vedere Bergamelli in difficoltà. Le punte giallorosse si rivelano fin troppo spesso pericolose dalle sue parti.

Leonardo Nunzella 5: difensivamente soffre non poco. Va meglio in fase di spinta mettendo dentro qualche cross interessante per i compagni. Inoltre ha il merito di trovare la via del gol su punizione, ma non basta per migliorare una prestazione mediocre.

Fabio Scarsella 4: assolutamente inesistente, sembra quasi spaesato. Trotterella sul rettangolo di gioco.

Davide Agazzi 4.5: tanta imprecisione. Soffre maledettamente il pressing e l’aggressività beneventana.

Gianluca Musacci 5: un po’ meglio del compagno, ma anche lui in cabina di regina è poco efficiente.

Elio Calderini 5.5: uno dei più vivaci nella prima frazione ma, allo stesso tempo, poco incisivo. Pancaro lo sostituisce nella ripresa.

Caetano Calil 4.5: ti aspetti un Calil che faccia la differenza, invece la difesa beneventana gli mette la museruola. Praticamente innocuo nell’arco dei 90 minuti.

Mattia Rossetti 4: sostanzialmente non riesce mai a saltare l’uomo, cerca ma non trova il dialogo con i compagni. Nel secondo tempo commette l’ingenuo fallo che costa il calcio di rigore del momentaneo 0-2, determinante nell’economia della gara.

Giuseppe Russo s.v.: poco tempo a disposizione per esprimere un giudizio sulla sua prestazione.

Andrea Russotto 5: si rivede dopo l’infortunio nella ripresa. Fa poco o nulla per cambiare l’inerzia della gara, la difesa del Benevento gli concede pochi varchi.

Gianvito Plasmati s.v.: non sposta gli equilibri della partita.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA