Calcio

Catania, Musacci: “Salvezza dipende solo da noi, abbiamo qualità”

musacci
18 feb 2016 - 16:13

CATANIA - In ripresa il centrocampista del Catania Gianluca Musacci. Lo ammette proprio il diretto interessato nella Sala Stampa dello stadio Angelo Massimino, lo ha confermato il campo contro il Lecce, figurando tra i migliori in campo. “Sono in crescita dal punto di vista fisico e mentale. Ho vissuto momenti difficili ma ho sempre avvertito la fiducia del mister. È bello sapere di essere ritenuto un calciatore importante, cercherò di chiudere la stagione al meglio, assumendomi le mie responsabilità”.

La concorrenza c’è, ma non spaventa Musacci. “Aumentano gli stimoli con l’approdo ai piedi dell’Etna di Bombagi e Pessina, la concorrenza può fare solo bene all’interno del gruppo. Tra l’altro i nuovi innesti danno al Catania freschezza e rinnovato entusiasmo”.

Tornando sulla prestazione di Catania-Lecce, Musacci è convinto della necessità di ripartire da quanto di buono fatto. “In particolare ripartiamo dalla prestazione e dall’atteggiamento evidenziati nel corso del primo tempo, dove abbiamo costruito diverse occasioni da gol. Fortunatamente Moscardelli ha fallito il rigore, magari la gara si sarebbe evoluta in maniera diversa. Nella ripresa siamo un pò calati”.

Riflettori puntati sulla trasferta di Catanzaro, fondamentale in chiave salvezza. “In questo momento la consideriamo la partita più importante della stagione. Giochiamo sempre per vincere. Vietato non portare a casa punti, bisognerà giocare con il giusto atteggiamento. Altrimenti puoi perdere con chiunque in Lega Pro. Cerchiamo di raccogliere il più possibile nelle prossime gare. Il tempo passa e le partite a disposizione diminuiscono. La salvezza è alla nostra portata perché, per qualità, siamo superiori alle altre concorrenti. Dipenderà solo da noi”.

Il centrocampista ex Parma parla del suo futuro e non sa darsi una spiegazione precisa delle difficoltà incontrate dalla squadra. “L’idea è quella di prolungare il contratto in scadenza, vedremo cosa succederà. Fatichiamo a vincere, questo è un dato di fatto e non è facile spiegarlo. Sappiamo di dovere sempre lavorare per migliorare, adottando il giusto atteggiamento in campo. Magari mancano i gol e la pericolosità dei centrocampisti, su questo aspetto dobbiamo migliorare”.

Sempre più di frequente riscontriamo Musacci agire in mezzo al campo con Agazzi. Il centrocampista parla dell’intesa con il calciatore di proprietà dell’Atalanta. “Finora io e lui abbiamo giocato di più rispetto agli altri, motivo da ricercare negli infortuni che hanno colpito diversi compagni. Abbiamo caratteristiche molti simili ma non siamo uguali, puntiamo a fare tanto palleggio e possesso palla come richiesto dal mister”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA