Calcio

Catania, Moriero: “Meritavamo di più, non ho dubbi che ci salveremo”

moriero
5 mag 2016 - 18:53

CATANIA - Vicino l’appuntamento con la 34/a giornata del campionato per il Catania che, sabato, se la vedrà con la Fidelis Andria allo stadio Angelo Massimino. Mister Francesco Moriero sicuro che i rossoazzurri riusciranno a salvarsi. “Impegno, lavoro e sacrificio sono ingredienti che assicuriamo sempre perché tutti vogliamo uscire da questa situazione e sappiamo quanto sia importante sabato conquistare la vittoria al ‘Massimino’ contro la Fidelis Andria. Conterà unicamente vincere, con le buone o con le cattive, a prescindere dal sistema di gioco adottato”.

Perchè la squadra incontra difficoltà? Prova a dare una spiegazione Moriero. “I ragazzi sentono il peso delle responsabilità, avvertono la pesantezza del momento e li capisco perché anch’io, in carriera, ho affrontato situazioni difficili. Bisogna gestire i momenti di difficoltà con calma e sapendo che questa squadra, comunque, di punti sul campo ne ha collezionati dieci in più”.

Moriero illustra la ricetta migliore per fare bottino pieno sabato pomeriggio. “Determinazione e voglia di fare risultato devono camminare di pari passo. Occorrerà avere alta la concentrazione fino al triplice fischio dell’arbitro, senza pensare a quel che accadrà sugli altri campi. Mi fido di questi ragazzi, alleno un gruppo unito, fantastico, compatto e sono convinto che ci salveremo”.

Il tecnico del Catania torna brevemente sullo 0-0 di Pagani soffermandosi più specificamente sull’avversario di turno. “Il Catania avrebbe voluto fare di più in Campania, il desiderio c’era ma i ragazzi non sono riusciti nell’intento. Sono arrabbiato per la mancata vittoria, come sempre quando non vinco. Ma non esistono partite facili, così come non lo è quella con la Fidelis Andria, squadra tosta che si esprime particolarmente bene in trasferta. I pugliesi non faranno da vittima sacrificale, verranno qui per fare bella figura”.

Rammarico per Moriero che pensa ai punti persi e che il Catania, a suo avviso, avrebbe meritato di conquistare. “Meritavamo qualche punto in più in classifica per quanto complessivamente fatto in campo. Penso alla sconfitta di Martina Franca, oppure alla mancata vittoria casalinga con la Juve Stabia. Nel calcio, però, bisogna sempre accettare il verdetto del campo”.  

Per quanto concerne l’infermeria, Moriero fa il punto della situazione. Garufo è tornato a lavorare con il gruppo di recente, sta seguendo un percorso di recupero. L’obiettivo è portarlo al match di sabato pomeriggio nelle migliori condizioni possibili. Falcone, invece, non giocherà sicuramente”.

Il pubblico di Catania risponderà presente sabato? Moriero lo spera. “Io ho sempre detto che i nostri tifosi rappresentano il dodicesimo uomo in campo, mi auguro di vedere lo stadio pieno e sono convinto che chi vuole bene al Catania non mancherà. So anche, però, che dovremo accettare qualsiasi decisione della nostra tifoseria e rispettarla. Noi, in ogni caso, daremo il massimo per cercare di conquistare i tre punti”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA