Calcio

Catania, Lo Monaco a 360 gradi: dalla presentazione dello staff al mercato

IMG_20160707_103759
7 lug 2016 - 11:53

CATANIA - Presentazione dello staff tecnico, medico-sanitario della Prima Squadra del Catania in vista della prossima stagione. L’Amministrazione Delegato rossoazzurro Pietro Lo Monaco interviene in conferenza stampa a Torre del Grifo Village. Spazio anche ad altre argomentazioni.

STAFF TECNICO - “Presento uno staff di professionisti su cui puntiamo molto, di conoscenza del tecnico Pino Rigoli e che possono dare un apporto importante. Vincenzo Milazzo è il nostro allenatore in seconda, poi un collaboratore tecnico che farà da supporto al preparatore atletico ed a Rigoli, Alessandro Russo, figlio di Melo che a Catania ha avuto un ruolo di un certo spessore da allenatore. Il responsabile della preparazione atletica è Marco Nastasi, reduce dall’esperienza importante in Albania. Giuseppe Colombino, anche lui preparatore atletico, è qui da tanti anni e si occuperà specificamente della riabilitazione degli infortunati. Nuovo Team Manager Manuele Passanisi, che viene dall’Udinese. Ha anche avuto un’esperienza a Parma. Marco Onorati non invecchia mai… sarà un gradito ritorno ai piedi dell’Etna.

Per quanto concerne i quadri medico-sanitari, presento il medico sociale, il nostro dottor Scuderi che negli ultimi anni ha deciso di riposarsi… lo abbiamo riportato alla vita. Il dottore Licciardello è il responsabile sanitario e lavora qui già da parecchio tempo. Il dottor Riso è un fisiatra e da sempre presente nella struttura del Catania. L’ortopedico di riferimento è il dottor Giuseppe Bonaccorso che è stato già qui per otto anni. Poi presentiamo Carmelo Cutroneo, Andrea Calì ed il mitico massaggiatore Turi Libra che proseguirà la sua collaborazione con noi”.

MERCATO - “Se alcune dichiarazioni hanno inciso negativamente sullo sviluppo di determinate trattative? È chiaro che presentando un quadro a tinte fosche, qualche cosina in sede di calciomercato possono avere causato certe dichiarazioni abbastanza improprie. I problemi ci sono, non li abbiamo mai nascosti però la squadra è stata iscritta al campionato adempiendo a tanti obblighi. Stiamo cercando di mettere nero su bianco accordi già esistenti da tempo”.

Zibert? C’è l’accordo con l’Akragas ed il calciatore. Penso che all’inizio della prossima settimana metteremo nero su bianco. Le intese ci sono anche con i nostri giocatori che andranno lì. Si tratta di Di Grazia, Rossetti e Sessa. Forse tra oggi e domani definiremo altre due cessioni. Il Catania avrà una componente marcatamente meridionale. Se tu vai a sondare attaccanti che vengono dalla B, sai che si fa un po’ di fatica a scendere di categoria. Ma Torregrossa non è il solo attaccante contattato”.

CASO CASTRO - “Per quanto concerne i sei punti di penalizzazione comminati per il “caso Castro”, stiamo lavorando. Mi auguro che si possa cancellare una sanzione già partorita in Fifa. A suo tempo, precisamente nel 2013, quando sono andato via io il Catania aveva acquistato Castro dal Racing Avellaneda. La società non ha ottemperato al residuo di pagamento del cartellino ed il Racing ha fatto un reclamo in Fifa. Qualora non dovessimo pagare, automaticamente la Figc sarebbe obbligata a comminare una sanzione. Pochi giorni dopo che io arrivai, però, ho parlato col Racing e spero che, in virtù di un accordo trovato con il club argentino, supereremo anche questa. Noi sicuramente ricorreremo al Tas. A meno che non venga adottato subito dalla Fifa un provvedimento che prenda atto dell’accordo fatto con il Racing e annulli la sanzione, al momento esecutiva. Se dovessimo riuscire, avremmo vinto un’altra partita. La decisione è già arrivata. Tra qualche giorno la Figc ce la comunicherà”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA