Calcio

Catania, l’Avellino ti teme. Il pompiere Sannino in azione

Giuseppe Sannino, allenatore del Catania.
Giuseppe Sannino, allenatore del Catania.
31 ott 2014 - 20:57

CATANIA - Non scende in campo ma poco ci manca. A volte Giuseppe Sannino non si limiterebbe a fornire indicazioni ai suoi dalla panchina. Vuole dare un segnale forte alla squadra, facendo capire che non bisogna mai mollare di un centimetro contro chiunque ed in qualsiasi categoria. Ormai non esistono più le cosiddette “squadre materasso”. Tutti vendono cara la pelle, nessuno parte rassegnato.

A maggior ragione se ti chiami Catania e sai che i rossoazzurri hanno allestito un organico di tutto rispetto. Adesso che la compagine etnea sembra in ripresa, ad Avellino la temono. Mister Sannino, invece, dalle parole rilasciate di recente in sala stampa ha lasciato intuire che il Catania non è ancora guarito. Non possono bastare due vittorie consecutive per dire che la svolta si è concretizzata.

La strada è ancora lunga, numerosi ostacoli attendono la squadra dell’Elefante, tutti da superare con coraggio ed una massiccia dose di umiltà. Sannino avverte entusiasmo nell’ambiente, aspetto molto positivo nell’ottica di ricostituire il tradizionale binomio squadra-tifosi, da sempre fonte di successo per il Catania. Il pubblico comincia a notare un atteggiamento differente in campo, maggiore fame e stimoli, gioco e grinta.

Tuttavia il tecnico di Ottaviano è perfettamente consapevole del fatto che vadano spenti i facili entusiasmi. Sannino in versione pompiere intende dimostrare che la risalita della china passa dal lavoro, dalla predisposizione ad assimilare meccanismi e soluzioni tattiche nel corso degli allenamenti. Passa da un mix di elementi da mettere in pratica anche al cospetto dell’avversario di turno, rendendo funzionale ed efficace quanto preparato in settimana.

Adesso i rossoazzurri non sono fenomeni, ma nemmeno erano da considerarsi brocchi un po’ di tempo fa. Superati gli ostacoli Vicenza e Virtus Entella, c’è un mal di trasferta da curare. A cominciare dalla trasferta di Avellino, che dovrà generare ulteriori benefici. Calma e piedi per terra, Sannino cerca così nuove risposte confortanti per puntare in alto.

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento