Calcio

Catania, club chiama a raccolta tifosi e Finaria annuncia rinnovamento

catania
21 mar 2016 - 23:59

CATANIA - Momento sempre più delicato in casa rossoazzurra. Il tempo passa e la classifica piange. La sconfitta di Agrigento aggrava ulteriormente la situazione ai piedi dell’Etna. Il clima non è sereno, la tifoseria è in aperta contestazione, la società prende di mira gli arbitri ritenendo che stiano contribuendo a rendere tutto più complicato. Nel frattempo si avvicina il Messina e la speranza che, finalmente, il Catania possa riassaporare il gusto dei tre punti che manca da troppo tempo. Il club dell’Elefante, per l’occasione, chiama a raccolta i tifosi. Lo fa attraverso l’emissione del seguente comunicato:

“La conquista della permanenza è il nostro obiettivo e la partecipazione emotiva dei tifosi del Catania, sempre garantita in nome di un amore sincero e incondizionato, è una spinta essenziale: nel momento decisivo della stagione, il Calcio Catania non dimentica di ringraziare i sostenitori che hanno assicurato un’affluenza straordinaria in occasione delle prime 13 partite interne del Campionato Lega Pro 2015/16 ed invita tutti i catanesi allo stadio, riducendo sensibilmente i prezzi dei biglietti validi per assistere alle ultime quattro gare stagionali dei rossazzurri al “Massimino”.  

In Curva si pagheranno solo 2 euro più diritti di prevendita pari ad altrettanti euro e sottolineiamo che non saranno presenti a Catania tifosi giallorossi. Motivo da ricercare nel divieto di vendita dei tagliandi ai residenti e/o nati nella provincia Messina e nella sospensione di tutti i programmi di fidelizzazione per i residenti e/o nati nella provincia di Messina. Sarà interessante vedere come risponderà il pubblico di Catania all’appello.

Intanto Finaria S.p.A, che gestisce la quasi totalità della proprietà del Calcio Catania, annuncia un profondo rinnovamento all’interno del Consiglio d’Amministrazione come “segno di discontinuità con la passata gestione” e avendo “lo specifico obiettivo di predisporre ed avviare un piano di rilancio dell’intero Gruppo imprenditoriale facente capo alla società”.

Un piano industriale “per il periodo 2016-2020 che, individuate le linee guida operative funzionali al rilancio, i fabbisogni finanziari e le relative coperture (se del caso anche di natura straordinaria), verrà tempestivamente portato all’approvazione assembleare, e valutato, entro i limiti di propria competenza, in un auspicato contesto di massima collaborazione con gli Organi Giudiziari interessati e con le Istituzioni territoriali”.

E’ il segnale che qualcosa si muove in un’ottica positiva per il futuro del Catania? In attesa di ulteriori novità, la squadra di Francesco Moriero (indetto il silenzio stampa per i tesserati, ndr) è chiamata a dare il massimo nelle prossime sette partite per raggiungere la salvezza.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA