Calcio

Catania, Di Cecco: “A Francavilla per la svolta. È cambiato lo spirito di squadra”

sdc15368
17 nov 2016 - 18:22

CATANIA - Il giocatore del Catania Domenico Di Cecco interviene in Sala Stampa a Torre del Grifo. Di Cecco è speranzoso che domenica i rossoazzurri conquistino la prima affermazione esterna in campionato e parla dei progressi evidenziati dalla squadra. “La vittoria fuori casa prima o poi maturerà. Dobbiamo solo ripetere le prestazioni delle ultime 4-5 partite. È cambiato lo spirito. Ora giochiamo da squadra nel senso autentico del termine. Contro il Catanzaro si è visto che il gruppo c’è. Nelle prime giornate non ci conoscevamo ancora bene. Ora invece si nota chiaramente che siamo riusciti a creare un’anima. Dopo la sconfitta riportata nel derby casalingo con l’Akragas è cambiato qualcosa. Ci aiutiamo reciprocamente. Avremmo meritato di ottenere più punti a Taranto, anche sul campo del Foggia abbiamo sfiorato il successo. Mantenendo questa foga in campo andremo lontano. Dal punto di vista tecnica abbiamo una marcia in più rispetto alle altre compagini. Adesso anche a livello agonistico ci stiamo ben comportando ed è fondamentale questo in Lega Pro”.

Ormai l’ex Lanciano è titolare fisso nel ruolo di terzino, pur essendo un centrocampista naturale. “Io ho giocato sempre a centrocampo però mi sto trovando davvero bene in questa nuova posizione e spero di giocarci il più a lungo possibile. Il ruolo di terzino l’ho già ricoperto altre volte. È chiaro che devo ragionare in termini diversi rispetto all’interpretazione del ruolo di centrocampista. Biagianti davanti mi dà una grossa mano, con l’aiuto dei compagni in generale diventa tutto più facile per me. Ci metto anche l’esperienza per adattarmi”.

Catania atteso da una sfida tutt’altro che agevole in terra pugliese“A Francavilla sarà una classica gara da C, non spettacolare. Poi il campo è sintetico e piccolino, però se noi mettiamo la stessa voglia di vincere, senza avere la presunzione di essere diventati bravi, faremo bene. Conterà giocare con la mentalità giusta. Questa fa la differenza. Chiunque affronti il Catania mette in campo il 200%. Lo sappiamo, ormai ci siamo abituati e lo stesso farà la Virtus. Qualsiasi avversario vuole batterci. Finora non ci ha battuto nessuno in trasferta. Tutti vogliamo vincere, può essere un trampolino di lancio questa gara per noi. La Virtus Francavilla ha una difesa molto esperta. Due attaccanti forti come De Angelis e Nzola. Il secondo è un animale d’area di rigore. Hanno elementi veloci anche sugli esterni”.

Focus sulla piazza di Catania e le pesanti assenze degli squalificati Drausio e Bergamelli“Non mi aspettavo di trovare una città così bella da vivere. Magari fossi approdato qui già anni fa. Catania è una piazza bellissima, nella carriera di un calciatore è il massimo giocare qui. Siamo in Serie C ma la piazza è da Serie A. Noi giocatori non possiamo chiedere di meglio in una piazza calcistica come Catania. Mancheranno giocatori importanti domenica. Però i sostituti possiedono tutti i mezzi per fare bene. Il problema potrebbe essere trovare una certa intesa, non ho mai giocato insieme con gli altri. Però lavoriamo sempre al massimo, chi giocherà darà tutto e dimostrerà di essere all’altezza“.

Catania in piena lotta per i Play Off, non crede ad altro Di Cecco. “Io sono molto realista. Non credo a qualcosa di più dei Play Off. Numerose squadre sono attrezzate per il primo posto nel girone C. A meno che non crollino da un momento all’altro. Ragioniamo partita dopo partita. Con lo spirito giusto possiamo fare bene. Poi tireremo le somme alla fine”. 

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA