Calcio

Catania, Castro regala il pari all’ultimo respiro

17 feb 2015 - 07:38

CATANIA - Il Catania fallisce l’appuntamento con la terza vittoria consecutiva. Un Crotone arcigno, coriaceo e grintoso sfiora addirittura il colpo da tre punti allo stadio Angelo Massimino. Nel finale di gara, però, giustamente gli etnei pervengono al pareggio. Catania sonnecchiante nei minuti iniziali del confronto. Proprio questo atteggiamento punisce i rossoazzurri, che già al 4’ subiscono la rete dello 0-1. Autore del gol Torregrossa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, approfittando di un momento di confusione in piena area di rigore.

Da questo momento in poi il tema della partita è sempre lo stesso. Il Catania preme sull’acceleratore nella speranza di agguantare il pareggio al più presto possibile, mentre il Crotone si barrica in difesa ripartendo in maniera insidiosa quando può. La squadra di Marcolin cresce sempre di più con il passare dei minuti. Aumenta la spinta di Mazzotta sulla sinistra, sale in cattedra anche Sciaudone mentre Calaiò e Maniero soffrono la marcatura crotonese. Al 15’ l’incornata di Maniero è pregevole, ma la traversa dice di no all’attaccante ex Pescara. In due circostanze, inoltre, il Catania protesta per la mancata concessione del rigore.

Al 40’ nuova traversa colpita da Maniero. Il resto lo fa Cordaz. L’estremo difensore del Crotone si rivela determinante più volte nel corso del primo tempo e viene anche beccato frequentemente dal pubblico, accusato di eccessiva perdita di tempo. Atteggiamento che gli costerà un cartellino giallo nel secondo tempo. Un secondo tempo in cui, però, il Catania continua a faticare a trovare la via della rete. Il Crotone si difende infatti con le unghie e con i denti. Calabresi in ben nove unità dietro la linea della palla, rossoazzurri che provano in tutti i modi a scardinare la difesa avversaria.

Mister Marcolin effettua qualche variazione tattica, sperando di trovare il bandolo della matassa. Dentro Martinho e Castro, fuori Sciaudone (in calo nella ripresa) e Maniero. Adesso il Catania prova ad aprire il gioco e ricorre soprattutto all’agilità del ‘Pata’, che mette i brividi alla retroguardia ospite. L’inerzia della gara non cambia, il Catania però non si dà per vinto, attacca fino alla fine. I crotonesi tuttavia non stanno a guardare e provano a chiudere il match sfruttando la comprensibile stanchezza dei padroni di casa per l’impegno profuso, ma il delizioso pallonetto di Maiello non inquadra di poco la porta al minuto 81.

Gettando il cuore oltre l’ostacolo, gli etnei ottengono finalmente quello che meritano. Su calcio d’angolo sbuca la testa del neo entrato Castro ed è proprio l’argentino che riesce a depositare la palla in fondo al sacco per l’1-1. Il Massimino diventa una bolgia ed i rossoazzurri, sulle ali dell’entusiasmo, tentano nei restanti due minuti da disputare un’impresa che avrebbe dell’incredibile. La generosità c’è, ma non viene premiata perché, al 4’ di recupero, il mediocre direttore di gara Sig. Sacchi di Macerata fischia la fine delle ostilità. Bravo il Catania ad averci creduto fino alla fine, peccato che l’approccio iniziale alla gara non sia stato dei migliori. Complessivamente un punto guadagnato per la squadra di Marcolin che muove, seppur di poco, la classifica.

CATANIA 1-1 CROTONE, TABELLINO PARTITA

MARCATORI: 4’ Torregrossa, 90’+2’ Casro

CATANIA (4-3-1-2): 1 Gillet; 26 Belmonte, 5 Schiavi, 45 Ceccarelli, 43 Mazzotta (82’ Capuano); 44 Sciaudone (75’ Martinho), 21 Rinaudo, 42 Coppola; 10 Rosina, 9 Calaiò, 7 Maniero (62’ Castro). A disposizione: 22 Terracciano, 15 Sauro, 24 Capuano, 8 Escalante, 39 Odjer, 20 Chrapek, 6 Martinho, 19 Castro, 14 Barisic. Allenatore: Marcolin

CROTONE (4-3-3): 1 Cordaz; 30 Balasa, 3 Claiton, 23 Gigli, 24 Martella, 21 Suciu, 14 Matute, 6 Dezi; 17 Maiello, 9 Torregrossa (72’ Rabusic), 39 Stoian (70’ Ricci). A disposizione: 22 Stojanovic, 33 Lewandowski, 13 Ferrari, 32 Modesto, 20 Salzano, 28 Ciano, 10 De Giorgio, 19 Rabusic, 7 Ricci, 18 Padovan. Allenatore: Drago.

Arbitro: Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata

Ammoniti: Suciu, Matute, Schiavi, Coppola, Cordaz, Sciaudone, Ricci

Espulso: Suciu per somma di cartellini gialli

Corner: 10 – 5

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento