Calcio

Catania, Bombagi: “Lo Monaco ci chiede l’anima, noi gliela daremo”

bombagi
22 lug 2016 - 17:20

CATANIA - Il centrocampista Francesco Bombagi interviene  nella Sala Stampa di Torre del Grifo Village con tante motivazioni in vista della stagione 2016-2017. “Sono arrivato qui a gennaio, purtroppo ho vissuto molto malumore ma adesso si respira un’aria diversa. Speriamo di regalare gioie alla nostra gente. Sto bene a Catania, sono contento di fare parte di un progetto importante. Ho sempre avuto la motivazione di proseguire l’avventura sotto il vulcano e il direttore Lo Monaco è una persona che ti entra subito in testa. Ci chiede l’anima, noi gliela daremo”.

Bombagi ne approfitta per soffermarsi sul lavoro portato avanti da Pino Rigoli e la forza del gruppo. “Il mister mi ha fatto un’ottima impressione. Ci fa lavorare sugli aspetti della partita puntando forte sul ritmo, l’aggressività, il pressing e l’intensità di gioco. Mi piace il suo modo d’intendere il calcio. Quest’anno ricoprirò il ruolo naturale di interno di centrocampo, muovendomi tra le linee. E poi ho la fortuna di fare parte di un gruppo composto da calciatori straordinari. Mi trovo bene con tutti, la concorrenza c’è e porta solo benefici”.

Ieri pomeriggio il Catania ha vinto e convinto nell’amichevole disputata contro l’Equipe Sicilia. “Abbiamo giocato al cospetto di una formazione composta da calciatori senza contratto ma con trascorsi anche in Serie B, C e D. Secondo me è stato un ottimo test di precampionato. Magari abbiamo accusato un po’ la pesantezza dei carichi di lavoro ma, nell’arco dei 90 minuti, siamo cresciuti alla distanza”

Sugli obiettivi da raggiungere quest’anno, Bombagi non ha dubbi. “Vogliamo ottenere qualcosa d’importante, insieme ce la metteremo tutta per fare il meglio possibile. Spero di potere disputare un ottimo campionato. Saremo una squadra da battere come Lecce, Foggia e altre. Penso che saranno 4-5 le formazioni che lotteranno per le prime posizioni in Lega Pro, poi vedremo quale sarà la composizione dei gironi. Le annate fanno storia a sè. Stiamo costruendo una squadra competitiva, con voglia di fare, che darà filo da torcere a tutti. Si lavora bene e respiro un’aria diversa”

In merito al rischio di una nuova penalizzazione di punti in classifica, Bombagi spera che non si riparta con un ampio deficit. “Noi scendiamo in campo per dare tutto. È chiaro che sarebbe meglio affrontare il campionato senza una robusta penalizzazione. Spero che, se dovessimo partire da -7, gran parte di questi punti vengano cancellati al più presto. Saremmo sicuramente tutti più contenti”.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA