Calcio

Catania, Bergamelli: “Importante tornare a vincere. Ora chiudiamo 2015 in bellezza”

bergamelli
2 dic 2015 - 17:09

CATANIA - È un Dario Bergamelli rinfrancato dal successo conseguito sul campo della Lupa Castelli Romani. Una vittoria che ha permesso al Catania di ripristinare il sorriso, dopo che non vinceva in trasferta da ben due mesi. Il difensore rossoazzurro, adesso, spera di chiudere il 2015 nel migliore dei modi. “Era importante vincere e ci siamo riusciti. Si poteva chiudere prima la gara ma va bene così, meritavamo di fare bottino pieno. Volevamo fortemente tornare a vincere dopo un periodo di flessione in termini di risultati. Solo quelli, perchè le prestazioni non sono mai venute a mancare in campionato. Poi abbiamo pagato anche episodi sfortunati e vale la pena sottolineare i progressi evidenziati in fase difensiva”.

Le prossime tre partite saranno molto importanti per il futuro. “Adesso la classifica ci dice che l’obiettivo stagionale non cambia rispetto a quello prefissato. Mancano tre gare alla chiusura del 2015, dovremo assicurarci di fare bene in modo da proiettarci al 2016 con rinnovata convinzione ed entusiasmo. Ci attendono incontri importanti per la classifica, a cominciare da Catania-Benevento che, comunque, non considero un crocevia”.

Il Catania punta con decisione sull’effetto Massimino. “La spinta del nostro pubblico è fondamentale, lo è sempre stato e lo sarà anche sabato contro il Benevento. Giocare in casa è un vantaggio non indifferente per noi. È sempre un piacere giocare davanti a tanti tifosi che ti spingono a fare risultato”.

C’è ancora amarezza per la mancata restituzione di alcuni punti di penalizzazione, ma Bergamelli preferisce guardare avanti. “Inutile pensarci. È ovvio che tutti noi speravamo in uno sconto, però bisogna concentrarsi sul presente e sul futuro. Anche perchè sapevamo che sarebbe stata una stagione difficile, convivendo con questa situazione particolare”.

Il difensore prelevato dal Novara la scorsa estate, sottolinea di trovarsi magnificamente a Catania. “Sto da Dio qui. Non pensavo di trovarmi così bene, provenendo da una realtà completamente diversa e molto più tranquilla come Novara. Mi sono integrato subito benissimo in squadra, c’è una buona intesa con tutti i difensori che garantiscono lo stesso standard di esperienza ed affidabilità”. 

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento