Calcio

Catania attento, non dare ascolto alle pericolose voci di play off!

SDC12416
15 apr 2015 - 20:04

CATANIA - Tre vittorie consecutive. Quasi stentano a crederci i tifosi dopo i problemi costantemente incontrati dal Catania lungo un percorso pieno di ostacoli e difficoltà. Rendimento decisamente al di sotto delle attese in trasferta, alti e bassi tra le mura amiche, frequenti cambi alla guida tecnica, rivoluzione attraverso il mercato di gennaio, per poi arrivare alla fine del rapporto di lavoro con Giampiero Ventrone, preparatore atletico rimpiazzato da Massimo Neri.

Stagione decisamente travagliata per il Catania, che sperava di risalire la classifica e, invece, oggi si trova nei bassifondi della graduatoria con il rischio concreto di retrocedere in Lega Pro. Tuttavia la squadra ha finalmente ritrovato il sorriso. I recenti successi fanno bene più al morale che alla classifica, che rimane allarmante se consideriamo che i play out distano solamente un punto e che la zona retrocessione è distante appena due lunghezze.

A sette giornate dal termine della stagione, con ancora scontri diretti da disputare, qualche tifoso sogna che il Catania possa guadagnare ulteriori posizioni fino ad arrivare clamorosamente all’ottavo posto. Risultato che garantirebbe ai rossoazzurri l’accesso agli spareggi promozione. Nove i punti che distano dai play off, in vista della delicata trasferta di Latina, al cospetto di un avversario che ha totalizzato finora lo stesso punteggio del Catania (41). Francamente appare azzardato ipotizzare una scalata del genere.

Il potenziale della squadra di Marcolin è notevole, ma la classifica non può ancora permettere di dormire sonni tranquilli. I tre successi di fila sono stati principalmente ottenuti perché i rossoazzurri hanno piazzato al primo posto l’umiltà. Parlare in questo momento di concreta speranza play off può essere deleterio per il gruppo che, numeri alla mano, si trova ancora pienamente invischiato nella bagarre retrocessione. Difendere la cadetteria deve essere l’obiettivo primario, anzi unico del Catania.

Almeno fino a quando la matematica non dirà che la squadra dell’Elefante si ritenga sicura di evitare di sprofondare in Lega Pro. Giusto che i ragazzi di Marcolin mantengano un livello di concentrazione adeguato in vista di un finale di stagione incandescente. Calma e gesso. L’allarme Lega Pro continua ad essere concreto, anche se le ultime prestazioni fanno ben sperare per il futuro.

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento