Calcio

Catania, Argurio presenta Tavares e fa il punto sul mercato

argurio tavares
27 gen 2017 - 13:27

CATANIA - Il Direttore Sportivo del Catania Christian Argurio presenta a Torre del Grifo il neo acquisto Diogo Tavares. “Tavares è cresciuto nei settori giovanili più importanti d’Europa. Gioca in Italia da tanti anni, rappresenta un profilo di categoria superiore, ha realizzato un numero di gol importanti ad Ancona e Messina. E’ sempre stato seguito con particolare interesse. Avremmo potuto prenderlo già in estate, adesso si è ripresentata l’occasione e siamo riusciti a concretizzarne l’acquisto. A nostro avviso possiede le caratteristiche ideali per il reparto offensivo del Catania. Un fattore molto importante, ai fini del buon esito della trattativa, è stata la chiara volontà del ragazzo di sposare il nostro progetto. Voleva fortemente il trasferimento a Catania. Aveva ricevuto numerose offerte in questa sessione di calciomercato ma ha sempre messo Catania in cima alle preferenze. Questo aspetto vale tanto per noi”.

Argurio si sofferma anche sul mercato“Siamo stati sicuramente uno dei club più attivi. Abbiamo ceduto calciatori di rilievo e ne sono arrivati altri importanti come Marchese, Baldanzeddu e lo stesso Tavares. Li abbiamo acquistati perchè consapevoli che potessero essere funzionali al nostro progetto tattico ma anche per la valenza del profilo umano in ottica Play Off. De Santis è andato alla Paganese, in rosa c’è già Mbodj ma acquisteremo un altro difensore Under. Per il resto vedremo cosa succederà. Il mercato è aperto e le situazioni possono maturare improvvisamente. Russotto? C’è stato solo un contatto con il Foggia, resta a Catania”.

Prende la parola anche Tavares, in arrivo dal Catanzaro e felice di essere tornato in Sicilia dopo l’esperienza maturata a Messina nella passata stagione. “Ho voluto fortemente il trasferimento. Si tratta di un club importante che merita ben altri palcoscenici. La speranza è quella di ripagare nel migliore dei modi la fiducia che la società ha riposto in me. Già in estate c’erano stati dei contatti con il Catania. Adesso che si è ripresentata l’occasione di venire qui non me la sono lasciata scappare”.

L’attaccante portoghese ha le idee chiare e vuole riscattare i pochi mesi trascorsi a Catanzaro“L’obiettivo è creare occasioni da rete ed io ho il compito di trasformarle in gol. Devo segnare, questa è la mia missione. A Catanzaro ho cercato di dare il massimo ma potevo fare meglio, giustamente si aspettavano di più da me. Faccio autocritica. Fermo restando che ci sono stati anche altri problemi di cui preferisco non parlare”.

Il gruppo e la compattezza di squadra hanno colpito favorevolmente il giocatore. “A Fondi siamo stati compatti, dopo la ripresa abbiamo reagito anzichè subire il contraccolpo psicologico di un gol subito a fine primo tempo. E’ arrivato il pareggio ed abbiamo rischiato di vincere in condizioni non facili. Se il Catania non avesse un gruppo solido alle spalle, resto dell’idea che non avrebbe pareggiato questo match. Ho ricavato impressioni davvero positive dal gruppo”.

Cercare d’incamerare più punti possibili. Questo l’intento di Tavares con la maglia del Catania che spende parole d’elogio anche per il Centro Sportivo etneo. “Tutte le partite rappresentano delle finali per noi, cerchiamo di migliorare tutti insieme in fase realizzativa. Dobbiamo cercare di vincere ogni gara a disposizione, conquistare il maggiore numero possibile di punti. Adesso concentriamo le nostre attenzioni sui due confronti consecutivi casalinghi con Reggina e Matera. Dovremo cercare di sfruttare al meglio il fattore ‘Massimino’. Torre del Grifo è speciale, una struttura da Serie A. Mi ha fatto ricordare un pò l’Accademia dello Sporting Lisbona, dove io sono cresciuto”. 

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento