Pagelle

Catania-Akragas 0-1, i voti ai calciatori rossazzurri

img_3833
25 set 2016 - 22:44

CATANIA - Dopo il match del Massimino, la redazione di Newsicilia attribuisce i voti ai calciatori rossazzurri.

Pisseri 6: voto politico poiché non effettua parate determinanti. La gara è giocata dalla metà campo del Catania in sù. Non arriva sul goal di Zanini e nemmeno può arrivarci.

Parisi 4: al di sotto della sufficienza. È impacciato, nel primo tempo decisamente sottotono. Nella ripresa invece si sveglia e aiuta soprattutto in fase offensiva, poiché l’Akragas dietro non ha creato grossi problemi, ma sbaglia troppo. Non marca Zanini nell’occasione del goal vittoria.

Bastrini 6: sei politico. L’Akragas non è mai pericoloso, lui interviene bene ed è sicuro dei suoi mezzi. Aiuta anche in avanti, però oggi ha prevalso la sfortuna.

Bergamelli 6: giudizio uguale a quello di Bastrini.

Gil 6: si comporta bene nella linea difensiva a quattro, non ci sono particolari interventi da segnalare. La prestazione, però, è positiva. Senza dubbio è in crescita.

Scoppa 6: migliora rispetto alle precedenti due uscite.

Biagianti 6,5: arpiona qualsiasi pallone, li serve sulle fasce in maniera precisa. Uomo ovunque.

Fornito 6: si fa trovare sempre pronto e impegna il portiere avversario Pane più volte. Buona anche la sua prestazione, è un valore aggiunto importante (dal 77′ Piscitella).

Di Grazia 7 (il migliore): sfrutta al meglio la sua occasione. Imprendibile sulla fascia, salta secco l’uomo e le azioni più pericolose partono tutte dai suoi piedi. Molto, molto bravo. (Dal 65′ Russotto 5,5).

Paolucci 6,5: gli manca soltanto il goal. La sua prestazione però è veramente ottima: fa salire la squadra e viene fermato soltanto dalla sfortuna. Pane è miracolato.

Calil 6: si muove come può, la sua prestazione però è incolore. Certo, fa salire la squadra insieme con Paolucci, ma non incide come dovrebbe e come sa fare. In realtà, però, un goal lo fa. Ma gli viene annullato. Ingiustamente (dall’82′ Anastasi).

Rigoli 6: troppa sfortuna, un goal annullato, i miracoli di Pane. Il Catania ha giocato bene per 90′, ecco perché perdere oggi fa più male del solito. Non è chiara la scelta di far uscire Di Grazia nel momento in cui spinge maggiormente sulla fascia al posto di un Russotto impalpabile. Bisogna annullare la penalizzazione subito, altrimenti l’handicap mentale potrebbe persistere.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA