Pallanuoto maschile

Le catanesi si mordono le mani: il bilancio in serie A2 Sud

Cristiano Vittoria, Muri Antichi
Cristiano Vittoria, Muri Antichi
5 mar 2016 - 18:57

L’undicesima giornata di serie A2 girone Sud di pallanuoto sarebbe potuta essere da incorniciare per le squadre siciliane, se non fosse stato per alcuni piccoli incidenti di percorso. Se la 7 Scogli vince contro la De Bo Aqavion e la Te.Li.Mar si impone sul Latina, le due catanesi deludono. La Nuoto Catania, infatti, cede alla Roma 2007, mentre la Muri Antichi agguanta nel finale un pareggio contro la R.N. Salerno. Intanto, la Roma Nuoto non accenna a fermarsi: con la vittoria sulla Promogest porta a 14 punti il vantaggio sulla seconda.

Dopo lo 0-2 del primo tempo, la 7 Scogli si rigenera e ribalta il risultato contro la De Bo Aqavion aggiudicandosi il secondo parziale per 5-2. Un cambio di rotta imponente e che schiaccia gli avversari, che non riescono a rialzarsi. Nel terzo periodo, infatti, i siciliani vincono per 3-1, ripetendosi nuovamente nell’ultimo quarto e portando a casa la vittoria per 11-6.

Più combattuta la sfida tra il Latina e la Te.Li.Mar., che, dopo aver vinto i primi due tempi per 1-3 e 2-3, rischia nei due successivi. I padroni di casa, infatti, mostrano di avere carattere aggiudicandosi il terzo e il quarto parziale, entrambi per 2-1. Alla fine, però, a spuntarla sono i palermitani per 7-8.

Amaro in bocca, invece, per la Nuoto Catania. Dopo l’ottimo avvio del primo periodo, vinto per 3-2, i catanesi si fanno riprendere dagli ospiti nel secondo, perdendo per 1-2. L’ago della bilancia, poi, pende in favore della Roma Nuoto nel terzo parziale, finito sullo 0-1. Gli ultimi 8 minuti offrono un grande spettacolo, ma il 3-3 finale condanna la Nuoto Catania: 7-8.

Opposta la situazione per la Muri Antichi, che riesce in una superlativa rimonta. Dopo il buon successo per 4-2 sulla R.N. Salerno nel primo tempo, gli etnei mostrano un grave crollo nel secondo, consentendo ai campani di ribaltare il risultato grazie al 2-4 finale. A questo punto l’inerzia della gara va in favore degli ospiti che si aggiudicano il terzo periodo per 0-3. Tutto finito? Assolutamente no. Con una grande reazione e con il 3-0 dell’ultimo quarto, la Muri Antichi riesce nella grande rimonta acciuffando il pareggio: 9-9.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA