Beach soccer

Canalicchio, archiviata la stagione si pensa già al futuro

Canlicchio nell'ultima gara stagionale
27 lug 2015 - 17:47

CATANIA – Si è conclusa l’avventura del Canalicchio beach soccer nel campionato di Serie A. Per gli etnei non arriva la vittoria nella seconda tappa di Catanzaro, dove la sfortuna è stata protagonista partita dopo partita ed ha caratterizzato molti episodi nelle quattro gare disputate. La posizione in classifica non rispecchia infatti il reale valore della squadra, che è stata sconfitta nelle ultime giornate soltanto a pochi secondi dalla fine e con il minimo scarto (Canalicchio – Ecosistem Catanzaro 3-4, Catanese-Canalicchio 5-4, Canalicchio – Barletta 4-5, Catanzaro – Canalicchio 3-2).

Prestazioni positive da parte dei giocatori in rosa e dei nuovi acquisti cinesi. L’attaccante Alessandro Randis conclude la sua avventura tra Coppa Italia e campionato con 17 gol all’attivo, buone le risposte sul campo del difensore cinese Wan Chao (1 gol) e del fantasista Li Pak Ling (3 gol), che hanno costituito le basi fondamentali della squadra. Buona la risposta dei due portieri Stefano Caruso e Giovanni Nicotra, passando per gli altri elementi della squadra come Stefano Porto, Ferdinando Garrasi, Gianluca Filetti, Giorgio Fazio, Giuseppe Fazio, Fabio Mongelli, Angelo Strano, Simone Platania, Daniele Longo e il sempreverde capitano Peppe Russo.

Mister Mario Giuffrida ha comunque elogiato il carattere dei suoi ragazzi e i miglioramenti riscontrati partita dopo partita, ponendo con priorità assoluta, la costruzione della squadra per il prossimo anno: «La stagione del Canalicchio va in archivio, sul piano dei risultati non possiamo essere soddisfatti. Abbiamo raccolto un solo punto, la crescita del gruppo però, mi lascia ben sperare. L’inserimento e le buone prestazioni dei due ragazzi cinesi Wan Chao e Pak Ling Li, giocatori di esperienza internazionale, mi lasciano ben sperare per il futuro. Sulla tappa? Nelle ultime due partite avremmo colpito qualcosa come dieci pali. Alla fine comunque vince chi merita, chi sa realizzare un gol in più dell’avversario».

Finisce così la stagione del Canalicchio, con poche gioie ma tanta voglia di riemergere e riorganizzarsi per ripartire al meglio la prossima stagione.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento