Gare

Campionati europei master di nuoto, 30 i palermitani a Londra

london_aquatic_centre_z150811_hc7
20 mag 2016 - 11:30

PALERMO - Saranno 30 i palermitani che, si spera, faranno onore alla Sicilia e a tutti i suoi atleti e agli sportivi in occasione dei campionati europei master di nuoto all’Aquatics Centre di Londra.

Dopo le vittorie degli azzurri Paltrinieri, Pellegrini & co, i palermitani scendono in campo, o meglio in vasca, a rappresentare quattro squadre: Waterpolo Palermo, Circolo Canottieri Lauria, Polisportiva Mimmo Ferrito e Polispotiva Nadir.

Quest’anno, per la seconda edizione dopo i mondiali di Kazan dello scorso anno, i campionati ‘master’ si svolgono contestualmente a quelli dei ‘prof’, formula vincente ed accattivante per il pubblico, sempre più interessato alle gare.

Tra l’altro la kermesse londinese sarà l’evento più partecipato degli ultimi anni, chiamando a raccolta oltre 15.000 partecipanti, provenienti da ogni parte del continente.

Le possibilità di salire sul podio per alcuni atleti palermitani, stando alla starting list di partenza, non sono assoutamente poche: secondo e terzo tempo di iscrizione per la vicecampionessa europea in carica Giulia Noera, del Lauria, nei 100 e 200 farfalla; secondo tempo di iscrizione anche per Valentina Salvia nei 200 misti e per Marina Tagliavia nei 200 stile libero, entrambe atlete della Waterpolo. Ottime possibilità anche per Ilenia Zizzo (Mimmo Ferrito) nei 50, 100 e 200 stile libero che occupa la quarta posizione della start list, per Eleonora Pumilia, (Mimmo Ferrito) con il quinto tempo negli 800 stile ed il nono nei 400 e nei 200 stile libero, Vivienne Nuccio (Waterpolo) con il sesto tempo nei 50 dorso, Romina Cassaro (Waterpolo) con il quinto nei 200 misti ed il sesto nei 50 rana, Stefania Lo Sicco (Mimmo Ferrito) con l’ottavo nei 200 stile libero e infine Paola Uberti (Lauria) con l’ottavo sia nei 50 stile che nei 50 farfalla

D’altronde, è anche vero che, ormai da anni, il movimento natatorio palermitano master domina, ormai da anni, le classifiche nazionali.

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA