Calcio

Brutto Akragas, il Taranto sfiora il colpaccio: pari all’Esseneto

img_5057
23 ott 2016 - 16:41

AGRIGENTO - Un altro pari, i soliti fischi.

Si conclude 1-1 la sfida all’Esseneto di Agrigento tra Akragas e Taranto: un’occasione sicuramente persa, specialmente per i padroni di casa che rischiano addirittura la sconfitta.

Il tecnico akragantino Di Napoli si è affidato a Salandria in cabina di regia con il tridente d’attacco Cocuzza-Gomez-Longo. Dall’altra parte, il Taranto ha risposto con un centrocampo a 4 molto compatto e con Bollino e Viola ad affiancare la punta Magnaghi.

La partita è iniziata ricordando Giovanni Alessi, fratello del presidente Silvio ed ex dirigente biancoazzurro. Poi si parte, con un Akragas impalpabile e che viene fischiato dai suoi tifosi per le poche idee mostrate in campo. Al 21′ arriva il gol del Taranto, che gioca meglio per tutta la prima frazione di gioco: al 20′ Russo si perde completamente Bollino che serve Viola. L’attaccante mette dentro indisturbato, aiutato dal mancato senso di posizione del portiere Pane. A pochi minuti dalla fine del primo tempo esce Gomez (già ammonito) per Salvemini.

Nella ripresa la partita viaggia su ritmi blandi ma è abbastanza equilibrata con alcune occasioni da una parte (con Zanini per l’Akragas) e dall’altra. Bollino cerca il raddoppio più volte e si rende pericoloso, fortunatamente però viene fermato dalla difesa akragantina. Non c’è molto da segnalare, salvo il gol (ovviamente) del pari: all’85′ Cochis da fuori area calcia bene e la palla termina in corner. Sugli sviluppi di quest’ultimo, il cross di Carlotta viene sfruttato e colto al meglio dal capitano Marino, che trafigge un Maurantonio fino a quel momento davvero provvidenziale. La sfida si conclude con una feroce polemica dei tifosi dell’Akragas che si aspettavano certamente di più: 2 punti in 2 partite casalinghe.

Un risultato che smuove di poco la classifica: Taranto che sale a quota 10, mentre l’Akragas si piazza momenataneamente al nono posto con 12 punti.

TABELLINO

AKRAGAS: Pane, Sepe (54’ Thiago Cazè da Silva), Russo (64’ Cochis), Salandria, Marino, Riggio, Carrotta, Zanini, Gomez (42’ Salvemini), Cocuzza, Longo. A disposizione: Addario, Assisi, Coppola, Pezzella, Garcia. Allenatore: Salvatore Di Napoli

TARANTO: Maurantonio, De Giorgio, Pambianchi, Nigro, Sampietro (77’ Pirrone), Magnaghi (70’ Balistreri)i, Bollino, Balzano, Garcia, Bobb, Viola (64’ Paolucci). A disposizione: Pizzaleo, De Salve, Boccadamo, Cardea, Albanese, Lancellotti, Lo Sicco, De Toni. Allenatore: Fabio Prosperi

ARBITRO: Andrea Zingarelli di Siena

 

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA