Incarico

Il “barone” Lo Cicero assessore allo sport della giunta Raggi a Roma

Andrea Lo Cicero
20 giu 2016 - 18:03

CATANIA - Virginia Raggi sovrasta Roberto Giachetti a Roma, diventando il primo sindaco donna della Capitale.

Ecco che quindi la Raggi decide gli assessori che la accompagneranno per i prossimi cinque anni: tra i componenti c’è anche un catanese.

Parliamo del “barone” Andrea Lo Cicero, ex campione di rugby, che ricoprirà il ruolo di assessore allo sport e alle politiche giovanili: ha giocato 103 volte con la nazionale italiana fino al 2013, quando decise di ritirarsi. Fu in forza all‘Amatori Catania, prima squadra che gli diede fiducia, ma le esperienze più importanti furono nella Rugby Roma e nella Racing Métro 92. Il catanese adesso conduce una rubrica di giardinaggio che va in onda su Sky Uno, “Giardini da incubo”.

L’ex rugbista siciliano però è al centro di numerose polemiche: su Twitter è stato postato un articolo di Liberation datato 2006, che riporta una sua condanna a pagare 150 mila euro di danni al Tolosa per aver giocato contro la Spagna nel 2003 mentre per il club risultava in malattia.

Tutti chiamano all’onestà del Barone, uno tra tutti il dem Luciano Nobili con il suo “Honnêteté, honnêteté!”, ma c’è anche qualche utente che sostiene Lo Cicero: “So’ andati a riprende la multa fatta a Lo Cicero 10 anni fa per aver giocato con nazionale mentre era in malattia per club Tolosa. Patetici”.

Le sue esternazioni sportive, inoltre, non sono passate inosservate: in particolar modo la critica a quei rugbisti che utilizzano le protezioni per le spalle, “Roba da fro…”.

Un’occasione per colpire l’ex pilone e il neo sindaco Raggi: sempre a colpi di tweet, non le hanno mandate a dire Paola Concia del Pd e Vladimir Luxuria: “Romani sveglia!!!”. Così invece la Luxuria: “Raggi annuncia assessore omofobo; Andrea Lo Cicero: ‘Uso solo il paradenti nel rugby perché le protezioni alle spalle sono da fro…’”.

Come risponderanno Lo Cicero e la Raggi? Ad ogni modo, noi auguriamo al “bulldozer” etneo le migliori fortune per l’incarico che ricoprirà nella Capitale.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA