Calcio

Ballardini, buona la prima. Il Palermo strappa un punto alla Lazio

goldaniga
22 nov 2015 - 17:53

PALERMO - Primo punto della gestione Ballardini per il Palermo. La formazione rosanero porta a casa un risultato positivo, fermando la Lazio allo stadio Olimpico. Qualche rammarico, però, perché il Palermo avrebbe potuto anche vincere a Roma. Nel primo tempo la squadra siciliana domina in lungo ed in largo con Vazquez e Gilardino che trascinano il Palermo seminando il panico nell’area di rigore laziale.

Per fortuna dei padroni di casa, Marchetti si è rivelato determinante nell’economia della gara, negando a più riprese la gioia del gol ai rosanero. Al 21’ arriva la rete che sblocca l’incontro e porta la firma di Goldaniga (nella foto, ndr). Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Lazaar lascia partire un tiro da fuori che diventa un passaggio per l’ex difensore del Perugia, il quale ha il tempo di stoppare il pallone, girarsi e concludere in porta.

La Lazio risponde con troppe giocate individuali, mentre il Palermo evidenzia una buona organizzazione tattica. Prima dell’intervallo un miracolo di Sorrentino consente ai siciliani di mantenere inviolata la porta. Nella ripresa la compagine di Ballardini non disdegna ad offendere, andando vicina al raddoppio. Al 69’, però, il gol lo trova la Lazio. E lo fa con Candreva su calcio di rigore. Sorrentino intuisce ma la palla è ben indirizzata e regala l’1-1 ai biancocelesti.

Al 76’ è di nuovo il Palermo ad andare vicino alla marcatura, ma Rigoni trova Marchetti molto attento. In pieno recupero, invece, è ghiottissima l’opportunità per la Lazio. Basta vede e serve Kishna che riesce nell’impresa di mandare a lato da posizione favorevolissima. Al termine dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, Lazio e Palermo non vanno oltre l’1-1. Risultato sostanzialmente giusto, ma questo Palermo non avrebbe rubato nulla se avesse conquistato l’intera posta in palio.

LAZIO-PALERMO, TABELLINO PARTITA E PAGELLE

MARCATORI Goldaniga (P) al 21’ p.t.; Candreva (L) su rigore al 25’ s.t.

LAZIO (4-3-3) Marchetti 7; Basta 5.5, Hoedt 6, Gentiletti 5, Lulic 6; Milinkovic 6, Biglia 5.5, Parolo 5.5; F.Anderson 5.5 (dal 13’ s.t. Matri 6), Djordjevic 5 (dal 13’ s.t. Candreva 6), Keita 5 (dal 38’ s.t. Kishna s.v.). (Berisha, Mauricio, Braafheid, Konko, Radu, Patric, Cataldi, Morrison, Klose). All. Pioli.

PALERMO (4-3-1-2) Sorrentino 6.5; Struna 5.5 (dal 36’ s.t. Rispoli s.v.), Goldaniga 6.5, Gonzalez 6, Lazaar 6; Hiljemark 5.5 (dal 28’ s.t. Rigoni 6), Jajalo 6.5, Chochev 6.5; Brugman 6; Gilardino 6.5 (dal 28’ s.t. Trajkovski 6), Vazquez 6.5. (Colombi, Alastra, Andelkovic, Daprelà, El Kaoutari, Maresca, Quaison). All. Ballardini.

ARBITRO Celi di Bari.

NOTE Spettatori 7 mila circa. Ammoniti Chochev (P), Hiljemark (P), Biglia (L) per gioco scorretto; Gentiletti (L), Matri (L) per proteste; Trajkovski (P) per c.n.r. Angoli: 10-2. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 5’.

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA